Aplasia midollare: sintomi, cause e cure

Ecco quali sono i sintomi dell’Aplasia Midollare e le cure più indicate.

Aplasia midollare

L’Aplasia Midollare è una condizione caratterizzata dall’insufficiente numero di cellule staminali emopoietiche (da cui hanno origine le cellule del sangue), e che di conseguenza porta a una carenza di tutte le cellule circolanti a livello sistemico. Questa malattia si distingue in acquisita o congenita. Nella sua forma acquisita, l’Aplasia Midollare si distingue a sua volta in Aplasia Midollare idiopatica (quando le cause sono sconosciute) e in quella secondaria, ovvero quando le cause sono note.

Quando è secondaria, l’Aplasia Midollare si sviluppa in seguito a reazioni di ipersensibilità a farmaci o all’esposizione ad agenti chimici e a virus.

Aplasia Midollare: sintomi e trattamento


I sintomi dell’Aplasia Midollare possono manifestarsi in modo acuto o in modo più silente, e consistono nella comparsa di anemia e infezioni che possono causare anche uno stato settico, alterazione del numero di piastrine circolanti ed emorragie.

Per effettuare una diagnosi, il medico dovrà accertarsi della riduzione di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, ed in base alla gravità e allo stadio della malattia (che potrà essere considerata moderata, grave, gravissima), verrà fatta una prognosi. Il trattamento dell’Aplasia Midollare dipenderà molto dall'età del paziente e dalle sue condizioni di salute, oltre che dalla disponibilità di un donatore compatibile. In caso di pazienti giovani e con donatore compatibile, si opterà per il trapianto di cellule staminali, mentre nel caso in cui il donatore non fosse disponibile si opterà per un trattamento di immunosoppressione.

via | Ail

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail