Gengive infiammate, i farmaci utili

Ecco quali sono i sintomi della gengivite e come risolvere il problema con i farmaci.

Gengive infiammate

La gengivite è una condizione che generalmente è causata dalla proliferazione dei batteri. Tale condizione può essere provocata da svariati fattori, come ad esempio il fumo di sigaretta, patologie come il diabete, condizioni di stress, carenze vitaminiche, assunzione di determinati tipi di farmaci (come gli antidepressivi, antiepilettici, pillole anticoncezionali e così via).

Inoltre, quando una persona non pratica una corretta igiene dentale, i batteri nella bocca potrebbero portare alla formazione della placca, e ciò causerà l’infiammazione delle gengive. Nella maggior parte dei casi non si tratta di un problema doloroso, ma se non viene curata in tempo, la gengivite può portare alla perdita dei denti.

Gengive infiammate: sintomi e rimedi


I sintomi della gengivite sono facilmente identificabili. In presenza di questa condizione, il paziente avvertirà disturbi come sanguinamento delle gengive dopo il normale lavaggio con spazzolino e dentifricio, gonfiore nella zona e sapore strano in bocca. In caso di gengivite grave, si potrebbe addirittura formare un piccolo spazio fra i denti. Questi ultimi appariranno più mobili e le gengive appariranno ritirate.

Ma quali saranno i rimedi per combattere questo spiacevole problema? Innanzitutto, sarà fondamentale recarsi dal proprio dentista di fiducia, che potrà valutare la gravità della situazione e consigliarvi i farmaci più adatti. Fra questi si segnalano innanzitutto i farmaci antinfiammatori non sterodei (FANS), grazie ai quali potrete combattere la sensazione di dolore. Il dentista potrebbe prescrivere anche l’uso di antibiotici per alleviare il dolore e combattere il problema.

 

Foto da Pixabay

 

  • shares
  • Mail