Siete mattinieri? È questione di geni

Siete delle persone mattiniere? Probabilmente è per via dei vostri geni. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Essere mattinieri

Andare a letto presto e alzarsi ancor prima dell’alba: sembra un piano ottimo per chi deve alzarsi molto presto, ma se fate parte di quel gruppo di persone che lavora per tutto il giorno e che vorrebbe semplicemente godersi una serata fuori con gli amici, non è poi tanto bello non riuscire a tenere gli occhi aperti per tutta la sera, non vi pare? Se fate parte del gruppo di persone eccessivamente mattiniere, dovete sapere che probabilmente questo “problema” è dovuto ai vostri geni.

A renderlo noto sono i membri dell’Università della California, che in uno studio pubblicato sulle pagine della rivista Sleep hanno rivelato che un adulto su 300 è mattiniero per cause genetiche. Gli esperti hanno infatti spiegato che in questi particolari casi il ritmo circadiano entra in azione in anticipo, portando a forti rilasci di melatonina (ovvero l'ormone che concilia il sonno) sin dal pomeriggio.

Pare inoltre che a chi ha questa particolarità bastino anche solo 5/10 minuti di sonno in più per 'recuperare' il sonno perso, mentre per noi “comuni mortali” ne servono circa 40.

Per giungere a queste conclusioni, gli esperti hanno analizzato i dati di un campione di 2.422 pazienti che sono stati seguiti in una clinica per i disturbi del sonno per un periodo di 9 anni. Gli autori hanno monitorato il livello di melatonina dei partecipanti, hanno registrato le onde cerebrali, i livelli di ossigeno nel sangue, la frequenza cardiaca e la respirazione dei partecipanti, ed hanno constatato che 12 delle persone esaminate soddisfacevano i criteri per la cosiddetta fase del sonno precoce, ed in alcuni casi si trattava di un processo dovuto a cause genetiche.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail