Binge drinking: i rischi da conoscere

Ecco quali sono gli effetti dannosi del Binge drinking per gli anziani che non bisognerebbe ignorare.

Binge Drinking

Il Binge drinking è un problema che non riguarda solamente i giovani, ma che colpisce anche le persone più anziane. A rivelarlo è una nuova ricerca pubblicata sulle pagine del Journal of the American Geriatrics Society, i cui autori spiegano che questo brutto vizio può essere ancor più dannoso per le persone anziane, poiché aumenta il rischio di ferirsi e di cadere, oltre alle possibilità di sviluppare problemi di salute cronici.

Per esaminare la questione, gli esperti hanno analizzato un campione di 10.927 persone di età pari o superiore ai 65 anni, ed hanno constatato che il 10,6% degli adulti over 65 negli Stati Uniti ha un problema di Binge drinking. Le persone anziane che presentano questo problema tendono ad essere uomini e attuali consumatori di cannabis o tabacco.

Tutto ciò può influire negativamente anche su altre condizioni di salute, esacerbando ad esempio le malattie, creando un’interazione con i farmaci e delle complicazioni nella gestione della malattia. Dalle analisi è emerso che il 41,4% dei binge drinkers aveva la pressione alta, il 23,1% aveva malattie cardiovascolari e il 17,7% aveva il diabete.

L'analisi non ha invece evidenziato alcun collegamento significativo tra questo problema e lo sviluppo di disturbi mentali.

I nostri risultati sottolineano l'importanza dell’informazione, dello screening e dell'intervento per prevenire danni correlati all'alcol negli adulti più anziani, che potrebbero non essere consapevoli del loro maggiore rischio di lesioni e di come l'alcol possa esacerbare le malattie croniche.

via | MedicalNewsToday
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail