Come curare le emorroidi interne

Le emorroidi interne non sono visibili da fuori, ma sono estremamente dolorose. Come si possono curare?

Le emorroidi sono un disturbo molto frequente, che colpisce maggiormente le donne degli uomini. Sono un’infiammazione che causa un rigonfiamento delle vene nella zona del retto, a causa di sforzi eccessivi e di un forte pressione durante la defecazione.

Le emorroidi interne sono solitamente di piccole dimensioni e le vene si gonfiano nella parete del canale anale. Nonostante le piccole dimensioni possono essere molto dolorose e talvolta possono provocare anche sanguinamento, oltre a fortissimo prurito. Come si curano?

Prima di tutto si consiglia di evitare lo sforzo. Se siete stitici, dovete assolutamente curare la dieta, aggiungendo fibre, bere molta acqua e sforzandovi di prendere degli integratori per rendere le feci più morbide. Inoltre, è bene evitare di spingere e quindi recarsi in bagno solo nel reale momento del bisogno.

I trattamenti che possono dare sollievo a livello topico sono solo per le emorroidi esterne, ma nulla vi vieta di provare con una borsa del ghiaccio, posizionata sulla seduta, magari mentre state guardando la tv.

Nei casi più gravi, si ricorre alla legatura elastica, un procedimento semplice che può essere effettuato ambulatorialmente, o alla cauterizzazione, ottenuta con la crioterapia o tramite fasci di luce (laserterapia). Questi trattamenti, che non richiedono il ricovero, aiutano il riassorbimento delle emorroidi. Se invece il problema è cronicizzato, allora bisogna risolvere con intervento chirurgico.

  • shares
  • Mail