Fibro Fog: cos’è e come alleviare il problema

Con il termine “Fibro fog” si indicano delle difficoltà cognitive che possono verificarsi nei pazienti con fibromialgia. Ecco quali sono i sintomi e alcuni consigli per alleviare il problema.

Fibro fog

Con il termine “Fibro fog” (fibro- fibromialgia; fog - nebbia) si intendono delle difficoltà cognitive che possono interessare le persone che soffrono di fibromialgia. Si tratta di un problema che comporta difficoltà a concentrarsi, a trovare le parole, a tenere una conversazione, a mantenersi vigili e a ricordare le cose.

Questa perdita di chiarezza mentale può risultare davvero devastante per le persone che soffrono di questa condizione. Fra i sintomi della “Fibro fog”, le cui cause esatte non sono purtroppo ancora del tutto chiare, troviamo:


  • Perdita di memoria a breve termine

  • Tendenza a perdere gli oggetti

  • Tendenza a distrarsi facilmente

  • Dimenticare i piani

  • Difficoltà a portare avanti conversazioni

  • Incapacità di ricordare nuove informazioni


Fibro Fog: come alleviare il problema


Sebbene non sia ancora del tutto chiaro quale sia il meccanismo che porta allo sviluppo di questa confusione mentale, gli esperti ritengono che per alleviare il problema della Fibro Fog sia innanzitutto necessario dormire bene. In linea generale, è certamente noto che una buona igiene del sonno può aiutare ad avere una mente più rilassata e vigile. Inoltre, i pazienti potrebbero notare un netto miglioramento cognitivo anche grazie a una combinazione di attività fisica, terapia cognitivo-comportamentale e – se necessario - anche grazie all'assunzione di farmaci, che dovranno essere consigliati sempre e solo dal vostro medico.

via | Arthritis.org
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail