Creato il primo embrione ibrido uomo-scimmia in Cina

In Cina è stato creato il primo embrione ibrido uomo-scimmia per coltivare organi da trapiantare.

È stato creato il primo embrione ibrido uomo-scimmia al mondo, in un laboratorio in Cina. A sostenerlo è un team di scienziati spagnoli, diretti da Juan Carlos Izpisua Belmonte. L’obiettivo è quello di utilizzare questi animali 'chimera' per creare organi da trapiantare nell'uomo.

La notizia, diffusa da 'El Pais', ha fatto il giro del mondo, ma non è ancora apparsa su una rivista scientifica, ma l'annuncio ha suscitato scalpore sulla stampa internazionale. Se da un lato questa sperimentazione potrebbe aprire nuove strade per scienza, dall’altro si scontra con quelle che sono barriere etiche. Angel Raya, del Centro di medicina rigenerativa di Barcellona, ha commentato:

"Cosa succede se le cellule staminali si diffondono e formano neuroni umani nel cervello dell'animale? Avrebbe una coscienza? E cosa succede se queste cellule staminali si trasformano in spermatozoi?".

Estrella Nunez dell'Università Cattolica della Murcia (Ucam), che ha collaborato al progetto, ha assicurato che sono stati messi in atto meccanismi per far sì che se le cellule umane migrassero nel cervello si autodistruggerebbero. Juan Carlos Izpisua Belmonte, che nel 2017 ha creato il primo ibrido uomo-maiale al mondo, ha inoltre aggiunto:

"Ora stiamo facendo degli esperimenti con cellule umane, di roditori e di maiali, ma anche con primati non umani. Il nostro paese è pioniere in queste ricerche".

  • shares
  • Mail