Vivere con qualcuno che soffre di disturbo ossessivo compulsivo: come aiutarlo?

Ecco come aiutare una persona cara che soffre di disturbo ossessivo compulsivo.

disturbo ossessivo compulsivo

Il disturbo ossessivo compulsivo è un problema molto serio ed estremamente impegnativo sia per la persona che ne soffre che per quelle che la circondano, specialmente se si tratta di un partner, di genitori e parenti. Ma come fare ad aiutare un nostro caro che soffre di questo problema? In questo articolo vogliamo segnalarvi una serie di consigli e strategie che vi aiuteranno a migliorare la vita di chi soffre di disturbo ossessivo compulsivo e anche la vostra.



  • Assicuratevi che la persona affetta da DOC stia ricevendo aiuto da uno psichiatra o uno psicologo, che non salti gli appuntamenti con il medico e che assuma le medicine.

  • Fornite degli strumenti che aiutino il vostro caro a sfidare i suoi pensieri invadenti. Fornitegli, ad esempio, delle informazioni imparziali. Nel caso della paura dei germi, potreste ad esempio ricordare alla persona cara che le altre persone non sterilizzano tutto, e che vivono ugualmente bene. Inoltre, ricordategli che vivere in un ambiente completamente sterile può danneggiare il sistema immunitario, e non migliorarlo.

  • Evitate di ripetere i suoi stessi rituali (come pulire eccessivamente, controllare più volte qualcosa, contare e così via). Così facendo non fareste altro che aumentare il problema, invece di risolverlo.

  • Consentite al vostro caro di provare degli approcci naturali (come quelli basati su dieta e sport), ma assicuratevi che continui comunque a farsi seguire dallo psicologo e che assuma i suoi farmaci.

  • Abbiate cura del vostro benessere mentale e fisico: vivere con qualcuno che soffre di disturbo ossessivo compulsivo può essere estenuante, quindi cercate di ritagliarvi del tempo per voi stesse/i, e ricordate che se anche voi vi ammalerete a causa dello stress, non potrete aiutare la persona amata.


via | Psychologia.co
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail