Antibiotico resistenza: attenzione anche al fumo di sigaretta

Fra le cause dell’antibiotico resistenza potrebbe esserci anche il fumo di sigaretta. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

fumo di sigaretta

Fra le cause dell’antibiotico resistenza potrebbe esserci anche il fumo di sigaretta. A rivelarlo è un nuovo studio, dal quale è emerso che il dannosissimo vizio del fumo potrebbe aumentare la capacità dei super batteri di resistere ai farmaci. Lo studio, pubblicato sulle pagine della rivista Scientific Reports, rivela in particolar modo che fumare può rendere più difficoltoso guarire dalle infezioni causate dallo stafilococco aureo (che può causare polmoniti e altre condizioni molto gravi).

Per giungere a questa conclusione, gli esperti hanno esaminato l'effetto del fumo sullo stafilococco aureo. Nello specifico, gli autori hanno eseguito delle analisi di laboratorio, durante le quali hanno esposto al fumo di sigaretta sei dei più comuni ceppi resistenti alla meticillina, ed hanno constatato che dopo l’esposizione, alcuni di questi ceppi sono diventati più invasivi e persistenti.

A quanto sembra il fumo avrebbe mutato il Dna del batterio a una velocità maggiore rispetto al normale. Ciò avrebbe fatto emergere delle piccole colonie altamente invasive e difficili da eliminare, che sono risultate collegate a infezioni croniche.

A commentare tali risultati sono gli stessi autori dello studio, i quali sottolineano:

Le condizioni stressanti imposte dal fumo inducono risposte nelle cellule microbiche che portano all'adattamento a condizioni difficili, con l'effetto netto di aumentare la virulenza e il potenziale di infezione.

Un ottimo motivo in più per smettere di fumare, non trovate?

via | Ansa

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail