Dieta lampo per la prova costume: l’allarme dei medici

Ecco perché dovreste evitare di seguire una dieta lampo in vista della prova bikini.

Dieta lampo

La prova costume terrorizza un po’ tutti, e in vista del momento in cui andremo a mare, potrebbe venirci in mente di seguire una dieta ferrea, una di quelle classiche diete lampo che potrebbero (teoricamente) farci perdere quei tanto odiati chili di troppo. Ebbene, probabilmente è meglio evitare di cedere a questa tentazione.

A spiegare il perché è stato il sito anti-fake news 'Dottore ma è vero che...?' realizzato dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo), dove vengono spiegati i rischi connessi ad alcune delle più famose diete lampo, come ad esempio quella del limone, che prevede l’assunzione di questo agrume nel corso della giornata, o come la dieta del riso, che prometterebbe di far perdere 5 chili in nove giorni. Un piccolo miracolo, non vi pare?

Ma a conti fatti, queste diete lampo sono davvero efficaci? A rispondere a questa domanda è stato il nutrizionista Marcello Ticca, che sottolinea:

Il risultato può anche essere quello di perdere parecchio peso sulla bilancia (ma non necessariamente parecchio tessuto adiposo) e anche in tempi brevi. Un particolare, questo della rapidità, che fra l'altro non è affatto un risultato da celebrare.

Le diete serie ed equilibrate, grazie alle quali è possibile migliorare in modo duraturo le abitudini alimentari, dovrebbero essere in grado di favorire una perdita di peso che va dal mezzo chilo a un chilo alla settimana. Alla luce di ciò, un dietologo coscienzioso dovrebbe proporre solo dimagrimenti lenti (non più di 3-5 chili ogni mese).

Il segreto è quello di programmare in tempo la perdita di qualche chilo di troppo. Chi si accorgesse di aver fatto tardi ha due possibilità: rinviare il tuffo oppure accettare il proprio aspetto, ripromettendosi comunque un comportamento più virtuoso una volta tornati dalla spiaggia.

via | AdnKronos Salute

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail