Dicloreum: cos'è, come si usa, controindicazioni

La linea di farmaci Dicloreum fa riferimento a prodotti da banco antinfiammatori e analgesici, acquistabili senza la ricetta medica

Dicloreum dolori articolari

Figlia della casa farmaceutica Alfasigma, la linea di prodotti Dicloreum, che comprende farmaci per uso locale o interno, è una delle più utilizzate per l'automedicazione di stati infiammatori a carico di articolazioni, muscoli e legamenti.

Il Dicloreum infatti fa riferimento a medicamenti a base di diclofenac e ibuprofene, dalle proprietà analgesiche e antinfiammatorie, spesso impiegati per calmare il dolore di natura traumatica o reumatica, andando anche a ridurre l'infiammo che lo ha scatenato.

Dicloreum è disponibile in più formati, come già detto, che permettono un utilizzo sia a livello topico sia sistemico. Possiamo infatti trovarlo in compresse o polvere granulare per assunzione orale, ma anche in gel, cerotti medicati e schiuma cutanea per applicazioni locali nelle zone dolorose.

Trattandosi di farmaci da banco, i prodotti della linea Dicloreum possono essere acquistati in farmacia o parafarmacia senza bisogno di esibire la ricetta medica e sono suggeriti soprattutto in caso di mal di schiena, dolori articolari e cervicalgie.

Ma vediamo come si usa Dicloreum, sia come cura endogena, sia per applicazioni esterne sulla cute. La soluzione granulare va assunta in dosaggio di una o due bustine al giorno in mezzo bicchiere d'acqua, subito dopo i pasti, quindi a stomaco pieno. Per evitare effetti collaterali è essenziale non superare i dosaggi e non andare oltre i tre giorni di trattamento.

Anche nel caso delle compresse, non è consigliato superare i tre giorni di cura e in questo caso il massimo di pillole da assumere in un giorno è di 3, con una distanza di almeno 4-6 ore l'una dall'altra. Sia per la soluzione granulare sia per le pastiglie, l'assunzione è sconsigliata a ragazzi di età inferiore ai 14 anni.

I limiti di età esistono anche per i prodotti topici, infatti è essenziale consultare un medico prima di trattare un paziente giovane con questo tipo di farmaci. Nel dettaglio, Dicloreum Unidie cerotto medicato a base di ibuprofene, può essere impiegato per mal di schiena e dolori articolari, in soggetti che abbiano già compiuto i 12 anni.

Si usa su cute perfettamente integra, quindi priva di ferite o abrasioni, facendo aderire bene la parte adesiva alla pelle, massaggiando per una ventina di secondi. L'azione antinfiammatoria e analgesica ha una durata di 24 ore, dopo di che il cerotto va sostituito. Il trattamento non può superare i 10 giorni al massimo consecutivi.

I cerotti medicati Dicloreum classici, hanno la stessa modalità di uso, ma un'azione più limitata nel tempo e vanno sostituiti ogni 12 ore. Si sconsiglia l'uso nei ragazzi sotto i 16 anni di età, salvo diverso parere medico.

Per quanto riguarda il Dicloreum Actigel, molto usato dagli sportivi in caso di dolori a muscoli o articolazioni da infiammazione, il gel va applicato 3-4 volte al giorno con leggero massaggio nelle zone del corpo doloranti, evitando l'applicazione in soggetti con meno di 14 anni. Il Dicloreum Actigel è un farmaco a base di diclofenac idrossietilpirrolidina.

In caso di stiramenti, strappi muscolari, distorsioni, traumi e dolori articolari, c'è poi il Dicloreum schiuma cutanea, da applicare 1-3 volte al giorno nelle zone doloranti. Il prodotto è in bomboletta, che va agitata accuratamente prima dell'uso. Anche in questo caso si sconsiglia l'applicazione in soggetti di età inferiore ai 14 anni.

Se ci si attiene alla posologia standard e non si superano dosaggi e i giorni di trattamento suggeriti, si limitano gli effetti collaterali di questi farmaci. In ogni caso è sempre bene sapere che esistono controindicazioni all'uso di tali prodotti.

In caso di persone anziane, diabetici, soggetti con angina e disturbi a livello cardiovascolare, fumatori, soggetti con malattie esantematiche come la varicella, è essenziale informare il medico prima dell'uso di farmaci a base di diclofenac come il Dicloreum.

È anche possibile sperimentare alcuni effetti collaterali durante l'uso, come alterazioni cutanee in caso di applicazione dei prodotti topici, ma anche ulcere, infiammazioni dell'intestino, alterazioni renali e cardiache, problemi all'apparati respiratorio e orticaria per l'utilizzo interno. Attenzione anche all'interazione con altri farmaci assunti.

Consultare il proprio medico è essenziale per non correre inutili rischi.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail