Virus West Nile, i consigli del Ministero della Salute per evitare l’infezione

Ecco i consigli diffusi dal il ministero della Salute sulla sua pagina Facebook per evitare di contrarre il virus West Nile.

Punture di zanzara

Le zanzare sono un problema estremamente diffuso in Italia e negli ultimi anni sono aumentate le malattie trasportate da questi insetti. A preoccupare è il virus West Nile, trasmesso attraverso la puntura di zanzare del genere Culex, comuni nel nostro territorio. Per prevenire l’infezione il ministero della Salute sulla sua pagina Facebook.

Circa l’80% delle persone che contraggono l’infezione non sviluppano alcuna sintomatologia.
Il virus può inoltre causare una malattia grave e mortale nei cavalli; gli uccelli sono gli ospiti naturali di questo virus.

In Italia il primo focolaio di West Nile Disease (WND) è stato confermato nella tarda estate del 1998 nella zona umida denominata Padule di Fucecchio in Toscana, con alcuni casi clinici nei cavalli. Dal 2008, la circolazione del WNV è stata segnalata ogni anno nelle persone, negli animali e nelle zanzare, in diversi territori italiani.

Quali sono i consigli del ministero?


  • utilizzare repellenti cutanei per uso topico registrati come presidi medico chirurgici, attenendosi alle norme indicate sui foglietti illustrativi;
  • indossare abiti di colore chiaro che coprano le maggior parte del corpo;
  • evitare le attività all’aperto nelle ore in cui le zanzare sono più attive;
  • applica zanzariere a porte e finestre
  • Metti al riparo dalla pioggia tutto ciò che può raccogliere acqua piovana
  • Utilizza insetticida spray o a diffusione per uso domestico areando i locali prima di soggiornarvi
  • Svuota settimanalmente sottovasi o ciotole per animali o qualsiasi altro contenitore lasciato all’aperto
  • Verifica che le grondaie siano pulite e non ostruite
  • Tratta con i prodotti larvicidi, seguendo le istruzioni, tombini, caditoie e altri ristagni d’acqua non eliminabili.

  • shares
  • Mail