Asteroide in avvicinamento alla Terra per San Lorenzo: per la Nasa nessun pericolo

Durante la notte di San Lorenzo un asteroide "potenzialmente pericoloso" si avvicinerà alla Terra, ma la Nasa fa sapere che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Asteroide

Durante la notte di San Lorenzo un asteroide di grandi dimensioni si avvicinerà alla Terra, ma gli esperti della Nasa assicurano che non c’è nulla di cui preoccuparsi. L'asteroide sarà grande quanto un grattacielo (tra i 250 e i 570 metri), si chiama 2006 QQ23, e si avvicinerà al nostro Pianeta passando a una distanza di sicurezza. L'asteroide 2006 QQ23 è noto da 13 anni, e viste le sue dimensioni, se mai dovesse colpire la Terra potrebbe causare danni non indifferenti.

Tuttavia, gli esperti fanno sapere che nel momento in cui sarà più vicino alla Terra, l’asteroide si troverà a più di 7 milioni e 400 mila chilometri di distanza, vale a dire 19 volte più lontano rispetto alla Luna (che si trova a 380.000 chilometri da noi).

È interessante che questo oggetto abbia attirato l’attenzione, perché non ha nulla di stravagante nelle sue caratteristiche. Passerà a una distanza che ci lascia tranquillissimi, l’unica coincidenza è quella con la notte di San Lorenzo, ma comunque l’asteroide non sarà visibile nei celi dell’emisfero settentrionale, perché transiterà vicino al Polo Sud celeste

ha fatto sapere Gianluca Masi, astrofisico responsabile del Virtualtelescope project, che insieme ai colleghi assicura che non c’è proprio nessun pericolo, e che l’asteroide è classificato come 'potenzialmente pericoloso' semplicemente perché transiterà a poco più di tre milioni di chilometri dalla Terra.

Secondo la definizione che introdusse Brian Marsden nel 1995 e comunemente usata, gli asteroidi classificati come potenzialmente pericolosi sono quelli con un diametro di almeno 150 metri e che si avvicinano a meno di una certa distanza dalla Terra. Precisamente 0,5 unità astronomiche.

Per “unità astronomica” si intende la distanza Terra-Sole (150 milioni di chilometri), per cui un asteroide che passa a una distanza di circa 7,5 milioni di chilometri rappresenta un evento da tenere in considerazione, ma non da temere.

via | Repubblica
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail