Contratto di medici e dirigenti sanitari rinnovato dopo 10 anni

Rinnovato dopo 10 anni il contratto dei medici e dei dirigenti sanitari in Italia.

Contratto di medici

Contratto di medici, rinnovato dopo 10 anni di attesa, inseme a quello dei dirigenti sanitari. L'annuncio arriva dalla Fp Cgil nazionale, che ha postato la foto della firma del rinnovo del contratto che andrà a interessare ben 130mila professionisti che lavorano nel campo della Sanità, per 200 euro lordi in più di aumento per lo stipendio medio mensile.

Dopo oltre 10 anni di ritardi e contrattazioni, finalmente il contratto dei medici e dei dirigenti del Servizio Sanitario Nazionale è stato firmato. Andrea Filippi, segretario nazionale FpCgil, commenta così la notizia che i dottori aspettavano da tanto tempo:

Abbiamo raggiunto, dopo anni, risultati economici e normativi che segnano un solco con anni di assenza contrattuale.

Il dirigente sindacale sottolinea che a essere premiate dal rinnovo sono state le carriere gestionali e professionali, con una valorizzazione dei neo assunti, che adesso avranno una "retribuzione di posizione minima di 1.500 euro annue da subito: un fatto storico mai accaduto prima. Così come lo è l'aver previsto la certezza di ottenere un incarico dopo 5 anni di servizio, con una retribuzione che sale di 2.000 euro all'anno".

Per quello che riguarda le carenze di organico che caratterizzano il nostro sistema sanitario, sono state aumentate le indennità di guardia da 50 a 100 euro, arrivando a 120 per quello che riguarda il pronto soccorso. Chi ha pù di 62 anni può essere esonerato dalle guardie, se richiesto dal diritto interessato. Infine, grazie all'istituzione di un organismo paritetico si penserà al benessere dei lavoratori per quello che riguarda salute e sicurezza- Anche per quello che riguarda le aggressioni al personale sanitario.


Foto Pixabay

  • shares
  • Mail