Vuoi aumentare la creatività? Prova a giocare a Minecraft

I videogiochi che spingono a mettere in moto la propria fantasia possono aumentare la creatività. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca della Iowa State University.

Minecraft

Per stimolare la creatività, provate a giocare a Minecraft. A dare questo suggerimento inaspettato è un nuovo studio pubblicato sulla rivista Creativity Research Journal, i cui autori hanno confrontato l'effetto prodotto sulla creatività dopo aver giocato a Minecraft, con o senza istruzioni, con l’effetto ottenuto guardando uno show televisivo o giocando con un videogame di macchine da corsa. Gli esperti della Iowa State University hanno scoperto che coloro che hanno avuto la possibilità di giocare a Minecraft (senza particolari istruzioni) hanno registrato dei miglioramenti nei livelli di creatività.

Dopo 40 minuti di gioco o dopo aver guardato la TV, 352 volontari hanno infatti completato diversi compiti di creatività. In particolar modo, è stato chiesto loro di disegnare una creatura appartenente a un altro Pianeta.

Gli esperti avrebbero valutato la creatività dei partecipanti in base alle caratteristiche della creatura disegnata, e sorprendentemente sarebbe emerso che coloro che avevano giocato a Minecraft avrebbero avuto una migliore creatività. Tuttavia, coloro ai quali era stato specificatamente chiesto di giocare a Minecraft mettendo a frutto la propria creatività non avrebbero mostrato lo stesso risultato.

Dire loro di essere creativi potrebbe aver effettivamente limitato le loro opzioni durante il gioco, con il risultato di un'esperienza meno creativa. È anche possibile che abbiano usato tutti i loro “succhi creativi” mentre giocavano, e che non fosse rimasto nulla quando è arrivato il momento di completare il test.

Secondo gli esperti, persino i giochi sparatutto possono potenzialmente ispirare la creatività, poiché portano i giocatori a pensare alla strategia. Alla luce di quanto emerso, risulta dunque importante non trascurare i potenziali effetti positivi dei videogiochi per eventuali opportunità educative coinvolgenti.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail