Lexotan: cos'è, a cosa serve, dosaggio

Cos'è il Lexotan? Sapete a cosa serve questo farmaco e qual è il dosaggio previsto sul bugiardino?

Lexotan

Cos'è il Lexotan? È un farmaco ansiolitico che appartiene alla classe delle benzodiazepine, che combatte ansia, stati di tensione e altri problemi di tipo somatico o psichiatrico legati a sindrome ansiosa. È un medicinale che talvolta viene anche consigliato in caso di insonnia.

Di solito le benzodiazepine non vengono usate da sole nel trattamento di ansia e depressione. E devono essere somministrate sotto stretto controllo del medico curante, che ne deve comunque limitare la prescrizione in caso di pazienti che mostrino sintomi gravi di disturbo depressivo con tendenze suicide. La durata del trattamento viene decisa dal medico, ma deve essere comunque molto breve e non superare le quattro settimane.

Posologia

La posologia viene stabilita dal medico curante e stabilita caso per caso. Di solito viene consigliata l'assunzione di 1,5-3 mg 2-3 volte al giorno, che equivalgono a 1-2 capsule o 1-2 compresse da 1,5 mg per 2 o 3 volte al giorno o 1 capsula o 1 compressa da 3 mg da assumere 2-3 volte al giorno o ancora 15-30 gocce 2-3 volte al giorno.

Controindicazioni


Da non usare nei seguenti casi:


  • ipersensibilità al bromazepam o a uno degli eccipienti

  • ipersensibilità alle benzodiazepine

  • grave insufficienza respiratoria

  • grave insufficienza epatica

  • sindrome da apnea notturna

  • glaucoma ad angolo stresso

  • miastenia gravis

  • intossicazione acuta da alcol

  • analgesici

  • ipnotici

  • psicotropi

Se il medico prescrive il medicinale a una donna in età fertile, questo deve essere informato in merito alla ricerca di una gravidanza, per valutare la sospensione del medicinale. Se è somministrato durante l'ultimo periodo della gravidanza, il neonato può soffrire della cosiddetta sindrome del bambino flaccido con ipotonia assiale e problemi alla suzione. Dosi elevate causano depressione respiratoria, apnea o ipotermia.

Di solito non è raccomandato in allattamento, perché il bromazepam passa nel latte materno.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail