Ragno violino, ragazza di 28 anni morsa finisce in ospedale a Collecchio

A Collecchio una ragazza di 28 anni è stata morsa da un ragno violino mentre prendeva il sole. È stata ricoverata in ospedale.

Ragno violino

Torna l'incubo del ragno violino. Un nuovo caso ha interessato una ragazza di 28 anni che in provincia di Parma è finita in ospedale dopo essere stata morsa da un esemplare di gocce auricolari come mettere, termine scientifico per indicare il ragno violino. E prima di lei una donna di Pesaro aveva raccontato il suo calvario dopo un morso di ragno violino: 10 giorni di dolore.

A Collecchio, in provincia di Parma, una ragazza di 28 anni è stata morsa dal ragno violino mentre prendeva il sole. Si tratta di uno dei ragni più velenosi che vivono in Italia. È dovuta andare al pronto soccorso, per la febbre alta e la profonda infiammazione. All'inizio la giovane non aveva fatto caso alla puntura. Una volta arrivata a casa ha notato un arrossamento. E la febbre è iniziata a salire. Dopo 12 ore è andata al pronto soccorso, dove i medici le hanno tolto la sacca di veleno. Dopo due giorni è stata pulita la ferita e le sono anche stati dati due punti.

Ma non è l'unico caso di morso di ragno violino degli ultimi giorni in Italia. Il ragno di solito è schivo e non si avvicina all'uomo e morde solo quando si sente minacciato. Ma il morso è di solito indolore, per questo non ci si accorge di nulla fino a quando non insorgono i primi sintomi. Il racconto di una donna di Pesaro, un'ex consigliere comunale 51enne di di Tre Ponti, parla di 10 giorni di agonia. Ha raccontato di aver all'improvviso sentito un forte prurito a mani e piedi. Poco dopo il collo si è infiammato e si è gonfiato. La professoressa di scuola media racconta di aver sentito una puntura mentre si trovava in uno sgabuzzino nel giardino di casa. Subito aveva pensato a una zanzara. Ma la pelle si è subito arrossata, diventando violacea, come un'ustione. Il giorno dopo la guardia medica le ha dato antibiotici e cortisone. Ma prurito e infiammazione non si fermavano.

La donna è anche riuscita a recuperare il ragno e lo ha consegnato all'Asur. Lo stesso medico che l'ha curata era stato morso da un ragno violino, soffrendo anche lui per giorni per le conseguenze.

Foto da Flickr di lisazins

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail