Tumore al seno: non è colpa dei deodoranti

Molto spesso i deodoranti sono stati accusati di essere responsabili dello sviluppo di tumore al seno. È realmente così?

sudorazione eccessiva

Molto spesso i deodoranti sono accusati di fare male all’ambiente e anche alla salute. Da tempo si crede esista un legame tra questo prodotto e il tumore al seno, c’è chi dà la colpa all’alluminio chi ai parabeni. O al fatto che l’utilizzo di deodoranti impedirebbe all’organismo di eliminare le tossine attraverso il sudore, innescando così lo sviluppo del tumore.

Che cosa c’è di vero? A rispondere è il sito anti-fake news 'dottoremaeveroche' della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) che sostiene che “non esistano dati scientifici a supporto della relazione tra utilizzo di deodoranti e un rischio maggiore di sviluppare un tumore del seno".

Si era infatti ipotizzato che alluminio (o sali di alluminio) potessero, una volta assorbiti attraverso la pelle, modificare i recettori per gli estrogeni (ormoni sessuali la cui concentrazione influisce sullo sviluppo dei tumori del seno) nel tessuto mammario, aumentando quindi il rischio di ammalarsi.

“Attualmente, tuttavia, non esistono prove che dimostrino che l’alluminio contenuto nei deodoranti possa raggiungere le ghiandole mammarie in quantità significative".

I parabeni sono stati incolpati perché uno studio del 2014 aveva dimostrato la presenza di parabeni in 20 campioni di tessuto di tumore del seno, concludendo che queste sostanze 'avrebbero potuto' avere un effetto cancerogeno.

"Come spesso accadde, anche se né le dimensioni né le caratteristiche dello studio permettevano di arrivare a conclusioni certe, l’idea ha poi preso piede. In sostanza, tuttavia, non esistono studi che dimostrino una relazione di causa-effetto tra l’assorbimento di parabeni attraverso la pelle e la probabilità di sviluppare un tumore del seno".

Ma se i deodoranti non influiscono, perché molti tumori del seno si sviluppano vicino all’ascella?

“La probabilità che un tumore del seno si sviluppi nel quadrante esterno superiore della mammella (e quindi in prossimità dell’ascella) è maggiore perché questa è l’area più estesa della ghiandola e contiene quindi più tessuto. A giungere a questa conclusione è stato proprio uno studio il cui obiettivo era quello di indagare la relazione tra utilizzo di deodoranti e cancro del seno".

Via | Adnkronos

  • shares
  • Mail