Hiv, virus eliminato con farmaci e taglia-incolla del Dna

Attualmente si tratta di uno studio condotto su topi, ma i risultati sono rivoluzionari perché grazie a una terapia combinata il virus pare sconfitto.

contagi da Hiv

Una battaglia è stata vinta. E si parla di scoperta rivoluzionaria. Per la prima volta il virus dell'Aids è stato eliminato dal Dna di topi geneticamente modificati per essere suscettibili all'Hiv, grazie a una terapia combinata che utilizza farmaci antiretrovirali a lunga durata d'azione seguiti da una tecnologia di editing genetico basata sulle 'forbici molecolari' Crispr-Cas9.

Lo studio, pubblicato su 'Nature Communications', è frutto di una maxi-collaborazione che ha coinvolto virologi, immunologi, biologi molecolari, farmacologi ed esperti del pharma. Perché questo lavoro è importante? Perché fino a oggi pur riuscendo a tenere sotto controllo l'infezione da Hiv con i farmaci antiretrovirali, curare la malattia in via definitiva non è possibile.

Quando i medicinali vengono sospesi, il virus torna infatti a replicarsi poiché l'Hiv, quando attacca i linfociti T, integra il suo genoma dentro quello della cellula bersaglio e quindi di fatto resta vivo. Dormiente, ma pronto a risvegliarsi. Kamel Khalili della Lewis Katz School of Medicine della Temple University (Lksom, Usa), ha commentato:

"Il grande messaggio di questo lavoro è che per curare l'infezione da Hiv servono sia Crispr-Cas9 sia la terapia antiretrovirale a lento rilascio e lunga durata d'azione, la cosiddetta 'Laser Art' (Long-acting slow-effective release Antiretroviral therapy), somministrate insieme. Ora abbiamo chiaro il percorso per poter passare alla sperimentazione su primati non umani e possibilmente sull'uomo entro l'anno".

Via | Ansa

  • shares
  • Mail