Rifiuti a Roma: i rischi per la salute

Quali sono i rischi per la salute relativi all'accumulo di rifiuti a Roma?

Rifiuti Roma

Tutti parlano dei rifiuti di Roma e del rischio per la salute umana, ma in concreto quali sono le problematiche? E' noto che nella Capitale ci siano cumuli e cumuli di montagne di rifiuti e immondizia abbandonati vicino ai cassonetti ormai strapieni, i quali stanno letteralmente marcendo con il caldo di questi giorni. I rischi sanitari (e non solo) connessi all'abbandono di questi rifiuti e alla loro mancata raccolta sono molti. Se il ministro Grillo continua a sostenere che a Roma non ci sia un'emergenza sanitaria, quella igienica è fuori discussione. Andiamo a vederli nel dettaglio quali possono essere i rischi:

  • diffusione di malattie infettive (potenzialmente anche colera, tifo o altre malattie a trasmissione oro-fecale): per ora non ci sono stati ancora casi in tal senso, ma non è detto che non compaiano in futuro
  • proliferazione di parassiti
  • proliferazione di topi e insetti, veicoli di parecchie malattie. Col caldo, inoltre, stanno proliferando le larve di mosca (bigattini), il che vuol dire centinaia di vermi che si trasformeranno in altrettanti mosconi
  • rischio di incendi, con il rischio di produzione di sostanze tossiche (rischio sia di autocombustione perché potrebbero esserci rifiuti infiammabili, sia rischio di incendi dolosi)

Per questo motivo gli esperti, oltre ad auspicare che si faccia qualcosa di concreto e che si superino i pregiudizi nei confronti degli inceneritori (gli inceneritori non vanno bene, ma i rifiuti per strada sì?), hanno fornito qualche consiglio su come affrontare tale emergenza igienica:

  • evitare di camminare vicino ai cassonetti, soprattutto con i passeggini
  • usare i guanti per portare i rifiuti nei cassonetti
  • evitare di contribuire all'accumulo di rifiuti posizionandoli per terra quando quello vicino a casa è pieno: fare un giro per trovarne di liberi e depositarli lì
  • segnalare all'ASL e all'AMA le situazioni più disagevoli
  • soprattutto per i bambini che soffrono di allergie, evitare di giocare all'aperto: meglio giocare in casa, con ventilatori e aria condizionata, piuttosto che respirare l'aria dei cassonetti zeppi di immondizia marcia

Via | Adnkronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail