Ustione solare e viso gonfio: cosa fare?

Ecco come curare un’ustione solare e quando rivolgersi al medico.

Ustione solare

Ustione solare e viso gonfio: come fare ad alleviare il fastidio, e quando è il caso di rivolgersi a un medico? Anche durante questa calda, caldissima estate 2019, molti di noi amano stare coricati sul lettino in spiaggia e cercare di ottenere una bella abbronzatura dorata. Purtroppo però può succedere di non accorgersi del tempo che passa, e di beccarsi una brutta ustione causata dal sole, con tanto di sintomi spiacevoli come rossore, dolore, comparsa di vesciche e gonfiore.

Quando si ha una scottatura, la pelle diventa infatti rossa e fa male, e se l'ustione è grave è possibile che si presentino vesciche, gonfiore e altri sintomi come febbre, brividi, nausea, mal di testa e debolezza.

Se i sintomi sono limitati a un lieve disagio o malessere, non dovrete far altro che trattare la pelle come fareste con qualsiasi scottatura solare (rimanendo idratati, applicando impacchi freddi per ridurre gonfiore o prurito, applicando l'aloe vera e altri rimedi che potrete trovare cliccando qui).

In caso di febbre alta, dolore estremo o vomito e gonfiore al viso che non passa, sarà invece importante chiamare il medico o recarsi al pronto soccorso per ricevere le opportune cure mediche.

Detto ciò, vi ricordiamo che il modo migliore per prevenire le scottature solari è quello di applicare una buona crema protettiva (con SPF 30 o superiore), e riapplicarla ogni due ore. Sarà inoltre importante indossare indumenti protettivi, un ampio cappello e degli occhiali da sole, e rimanere all'ombra durante le ore più calde della giornata, dalle 10:00 del mattino fino almeno alle quattro del pomeriggio.

via | HealthCentral.com

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail