Gli antidepressivi possono ridurre l'empatia?

I farmaci antidepressivi potrebbero ridurre il livello di empatia per il dolore altrui? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

farmaci antidepressivi

La depressione è un disturbo che spesso è accompagnato da problematiche che interessano la sfera e le relazioni sociali e interpersonali. Fino a poco tempo fa, i ricercatori avevano ipotizzato che gli episodi acuti di depressione potessero compromettere anche la capacità di provare empatia, abilità essenziale per le interazioni sociali e per la comprensione degli altri.

Un nuovo studio condotto dai membri della University of Vienna rivela adesso che il trattamento antidepressivo, e non solo la depressione in sé, potrebbe portare a un indebolimento dell’empatia per quanto riguarda la percezione del dolore delle altre persone.

Lo studio è stato pubblicato sulle pagine della rivista Translational Psychiatry su un campione di pazienti che soffrivano di depressione. Attraverso dei test condotti prima e dopo un periodo di trattamento farmacologico per la cura della depressione, sarebbe emerso che i soggetti avrebbero presentato delle differenze per quanto riguarda i livelli di empatia, con una significativa riduzione e una minore attivazione cerebrale nelle aree che sono state precedentemente associate all'empatia.

Sebbene tale riduzione dell'empatia possa in qualche modo aiutare i pazienti che soffrono di depressione a riprendersi meglio dagli eventi negativi, è comunque importante indagarne l'impatto in ambito sociale:

Probabilmente l'impatto emotivo ridotto degli eventi negativi in un contesto sociale permette ai pazienti di recuperare più facilmente. Tuttavia, l'impatto reale di una ridotta empatia sui pazienti per quanto riguarda il comportamento sociale rimane un argomento da esplorare.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail