Vaccini: il 76% degli italiani li considera sicuri

Un forte calo delle vaccinazioni in Europa causato dall’opinione che i cittadini hanno sulla medicina preventiva.

Effetti collaterali dei vaccini

I vaccini sono sicuri per il 76 percento della popolazione italiana, mentre l’84 percento pensano che siano anche efficaci. Lo rivela un’indagine condotta dall’associazione no-profit Wellcome Trust, dalla quale emerge che la fiducia nei vaccini è sempre più in crisi nell’Europa dell’Est, dove solo il 50% delle persone pensa non siano sicuri.

Il sondaggio ha coinvolto più di 140mila persone provenienti da 140 paesi su diversi temi riguardanti la scienza e la salute, tra cui la propensione e l'atteggiamento nei confronti delle vaccinazioni. È evidente il crescente scetticismo dei cittadini europei, purtroppo.

I Paesi più in crisi sono Ucraina, dove c’è stato il maggior numero di casi di morbillo nel Continente nel 2018 (53.218), qui il 50% della popolazione pensa che le iniezioni siano sicure, Bielorussia lo crede invece il 46%, in Russia il 64%. Nell’Europa occidentale la media è invece pari al 59%, nettamente più bassa rispetto al resto del mondo (79%).

Se guardiamo l’Italia i dati sono abbastanza buoni: solo il 14% dei cittadini dello Stivale sostiene che i vaccini non siano sicuri, mentre il 10% ha preferito non rispondere. Sul territorio nazionale il 93% dei bambini è stato immunizzato contro una o più malattie. In Francia, invece, il 33,3% della popolazione afferma che i vaccini non siano sicuri (il dato più alto registrato nel mondo), il 19% che non sono efficaci e il 10% che non sono importanti per i bambini.

Via | SkyTg24

  • shares
  • Mail