Sangue giovane per ringiovanire il cervello

Come ringiovanire il cervello? Il sangue "giovane" potrebbe contenere due proteine utili!

Sangue giovane

Sangue giovane per consentire di avere un cervello più giovane. Sarebbe tutto merito di due proteine. A dirlo è un recente studio pubblicato su 'Pnas' e condotto dal team di Thomas Sudhof della Stanford University, ch sottolinea il potere del sangue giovane sulla salute del cervello.

I ricercatori hanno scoperto infatti due proteine che sarebbero presenti nel sangue delle persone giovani e che aiuterebbero a mantenere in salute, attivo e, per l'appunto, giovane e in forma il cervello. Lavorerebbero come booster per ringiovanire le strutture dei neuroni e queste proteine potrebbero giocare un ruolo fondamentale nel miglioramento delle performance cognitive anche nei cervelli delle persone più anziane. Inoltre, oltre a ringiovanire il cervello, potrebbero anche ridurre il rischio di malattie dell'invecchiamento come l'Alzheimer.

Il team di ricercatori ha somministrato del siero di topolini giovanissimi, di due settimane, e più anziani, di 12-15 mesi, a campioni di neuroni umani, scoprendo che il siero che apparteneva ai topi giovani aveva degli effetti importanti sui neuroni, favorendo la crescita in strutture fondamentali per la comunicazione tra cellule. Venivano create più sinapsi. Cosa che invece non è avvenuta con il siero degli animali con più mesi di vita.

Le due proteine che ora sono sotto la lente di ingrandimento dei due studiosi sono la Thbs4 e la Sparcl1, ritrovate in larga misura nel siero dei topolini più giovani. Applicando solo loro ai neuroni, i ricercatori hanno potuto ottenere una formazione incredibile di sinapsi. Una scoperta che potrebbe tornare utile per il trattamento e la cura delle più importanti malattie neurodegenerative.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail