Torino, tetraplegico recupera la funzione delle mani

Al Cto un paziente tetaplegico potrà recuperare la funzione delle mani grazie a un intervento unico nel suo genere.

chirurghi

Intervento straordinario al Cto della Città della Salute di Torino: grazie infatti a una nuova tecnica, che finora è stata eseguita in pochi centri sanitari al mondo, un uomo di 52 anni, che dopo un incidente stradale è diventato tetraplegico, potrà recuperare la funzione delle mani. Si tratta della prima voltache un intervento di questo tipo viene effettuato in Italia.

L'uomo era un pasticcere che, in seguito a un incidente di auto, aveva subito una forte lesione midollare completa a livello cervicale, che gli ha lasciato deficit completo degli arti inferiori e incapacità di aprire e chiudere le dita delle mani, di afferrare gli oggetti di fronte a sé e, di fatto, di potersi prendere cura di sé stesso.

La nuova tecnica utilizzata al posto della tradizionale chirurgia della mano, che usa trasferimenti di tendini e recupero parziale, è in grado di bypassare la lesione del midollo spinale, che non consente all'uomo di utilizzare gli arti come prima dell'incidente d'auto, collegandolo ai nervi sani, come si farebbe con dei fili elettrici, proprio passando sopra la lesione che oggi impedisce all'uomo di compiere anche i gesti più comuni. L'intervento che è già stato eseguito giovedì scorso su entrambi gli arti superiori, dai dottori Bruno Battiston, Diego Garbossa, Paolo Titolo e Andrea Lavorato, è durato tre ore e mezza.

Il paziente potrà così avere un recupero migliore della funzione motoria a livello delle mani, oltre che della funzione sensitiva degli arti superiori. I medici fanno sapere che l'intervento è riuscito senza alcuna complicanza. Ora il paziente, attraverso fisioterapia e trattamenti di ultima generazione, potrà lentamente recuperare, anche se potrebbero volerci alcuni mesi.

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail