Meningite: muore bambino di 6 anni, i medici lo mandano a casa: “Esagera, è un’influenza”

Il piccolo Oliver è morto di meningite: i dottori non hanno riconosciuto la malattia, anzi lo hanno accusato di mentire.

Meningite

È morto di meningite un bambino di 6 anni 12 ore dopo essere stato dimesso. Non è stata diagnosticata la malattia, anzi i medici hanno rifiutato il sospetto dei genitori. È quanto è successo nel Suffolk, in Inghilterra.

La madre ha spiegato che un paramedico aveva persino accusato il bambino di "esagerare" e di non stare così male.

"Mi hanno assicurato che stava abbastanza bene per tornare a casa. Hanno respinto l'ipotesi meningite. Mi è stato detto che andava tutto bene e ho sentito che dovevo fidarmi dei professionisti"

Ha dichiarato il padre Bryan Hall. I genitori hanno chiamato i soccorsi perché i sintomi erano molto evidenti e gravi: mal di testa, dolori allo stomaco, febbre alta, eruzione cutanea. Il bimbo è stato visitato e rispedito a casa, ma in poche ore le sue condizioni sono peggiorate fino alla morte. Ovviamente, è stata aperta un’indagine e i medici dovranno rispondere di quanto accaduto.

Il professor Nigel Klein, del Great Ormond Street Hospital, ha detto che sarebbe potuto sopravvivere se fosse stato trattato in precedenza.

  • shares
  • Mail