Oms: in Argentina e Algeria non c'è più la malaria

Argentina e Algeria sono libere dalla malaria. Ecco cosa spiega l’Oms.

malaria

In Argentina e in Algeria non si sono più verificati casi di malaria. A renderlo noto sarebbe stata l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che avrebbe fatto sapere che, negli ultimi tre anni, non si è verificato nessun caso di malaria nei due Paesi, requisito necessario per stabilire che un Paese è libero da questa malattia. Gli esperti fanno sapere che, rispetto alle tendenze mondiali, si tratta di una notizia inaspettata, dal momento che nel resto del globo i casi di malaria sarebbero invece in preoccupante aumento.

Solo nel 2017 si sarebbero infatti registrati circa 435.000 decessi provocati da questa malattia, mentre nel 2015 i morti per malaria erano 430.000. Se curata subito e in modo adeguato, la malattia può essere sconfitta. Tuttavia, in numerose aree dell’Africa, dell’Asia e dell’America Latina (dove la malaria è particolarmente diffusa) manca la necessaria assistenza sanitaria per gestire in modo efficace la malattia e per combattere questa come altre patologie.

La malaria colpisce in particolar modo (nel 90% dei casi) il continente africano, per cui è accolta con ancora maggiore piacere la notizia che l’Algeria sia stata dichiarata libera da questa malattia. Si tratta infatti del secondo Paese africano in cui la malaria è stata dichiarata assente, insieme alle Mauritius, dichiarata libera dalla malattia nel 1973.

Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS ha fatto sapere:

Algeria e Argentina hanno eliminato la malaria grazie all'impegno costante e alla perseveranza delle persone e dei leader di entrambi i paesi. Il loro successo serve da modello per altri paesi che lavorano per porre fine a questa malattia una volta per tutte.

via | Who.int
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail