Antinori condannato a 7 anni di carcere per prelievo forzato di ovociti da un’infermiera

Severino Antinori è stato condannato a 7 anni e 10 mesi di reclusione per aver prelevato forzatamente degli ovociti da una giovane infermiera.

Condanna

Il ginecologo Severino Antinori è stato condannato a 7 anni e 10 mesi di reclusione dai giudici di Milano, nell’ambito del processo che lo vede accusato di aver prelevato forzatamente degli ovociti da una giovane infermiera. La condanna arriva durante il processo in secondo grado, per un caso che ha avuto inizio nel 2016, quando una giovane infermiera spagnola lo ha accusato di averla "derubata" (in maniera forzata e quindi contro la sua volontà) degli ovociti, mentre si trovava presso la clinica Matris di Milano.

La Corte d'Appello ha inoltre accolto l'istanza di patteggiamento della segretaria del medico Bruna Balduzzi, e dell'anestesista Antonino Marcianò; entrambi sarebbero stati condannati a due anni con pena sospesa.

Per il medico italiano protagonista di questa incredibile vicenda, il Pg aveva chiesto una pena fino a 9 anni, che però non è stata accolta, mentre risulta accolto l’aumento della pena di otto mesi (in primo grado la condanna era infatti di 7 anni e 2 mesi). Il ginecologo sarebbe stato inoltre condannato all'interdizione dalla professione medica per cinque anni e a pagare una multa di 3900 euro, oltre a un risarcimento di 25 mila euro da pagare alla ragazza che si è costituita parte civile.

Gabriele Maria Vitiello, Tommaso Pietrocarlo e Carlo Taormina, difensori del medico, avrebbero fatto sapere:

Siamo convinti dell'assoluta innocenza di Antinori, attendiamo le motivazioni per ricorrere in Cassazione. Cassazione che, fra l'altro, si è già pronunciata sugli stessi fatti.

via | RaiNews, Repubblica
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail