Mongolia, due turisti mangiano carne cruda di marmotta: morti per peste bubbonica

Casi di peste bubbonica in Mongolia: due turisti hanno mangiato carne cruda di marmotta e sono morti di peste.

Marmotta

E' accaduto in Mongolia: due turisti sono morti di peste bubbonica dopo aver mangiato carne cruda di marmotta infetta. I due turisti, coniugi di 38 e 37 anni, hanno contratto la peste bubbonica dopo aver consumato carne cruda di marmotta. Per questo motivo, le autorità locali hanno messo in atto le apposite misure di quarantena, bloccando così sul posto decine di turisti: finché la quarantena non sarà sciolta e la situazione non sarà sotto controllo, non potranno abbandonare la regione, né spostarsi dal luogo prescelto per la quarantena.

Il Dipartimento Federale degli Affari Esteri (DFAE) ha poi confermato la notizia diramata dai media locali, aggiungendo, però, che i turisti bloccati non sono attualmente in pericolo di vita e che prossimamente potranno lasciare il paese (anche se non è dato sapere quando).

Scendendo più nel dettaglio, la coppia è morta dopo aver consumato reni crudi di marmotta (non chiedeteci il perché di questa scelta, che sia stata consapevole o meno non è dato saperlo al momento), scatenando così una quarantena che ha lasciato gli altri turisti bloccati in una zona remota del paese, per giorni e giorni. La coppia defunta sarebbe di origine kazaka (quindi turisti locali) e sarebbe morta il 1 maggio scorso a Noggonnuur soum, nella provincia occidentale di Bayan-Ulgii, proprio al confine con Russia e Cina.

Per ora non ci sono stati altri casi segnalati dopo questo nella regione, anche se sulla vicenda è stata inviata ad indagare una squadra dell'OMS, la quale sta collaborando con i laboratori e gli ufficiali locali. Anche l'ufficio della Mongolia dell'OMS sta tenendo sotto controllo la situazione, valutando gli effettivi rischi e gli sviluppi della vicenda.

Via | CBS News

Foto | iStock

  • shares
  • Mail