Meteo: gli sbalzi di temperatura hanno messo K.o. 200 mila italiani

Gli sbalzi di temperature di questi ultimi giorni hanno messo a letto migliaia di italiani. Ecco cosa spiegano gli esperti.

Raffreddore

Nelle ultime settimane si sono registrati degli sbalzi di temperatura che hanno messo a dura prova la salute degli italiani. Come spiega il virologo dell'Università di Milano Fabrizio Pregliasco, questi sbalzi termici hanno alimentato i virus parainfluenzali, causando raffreddori e malanni che hanno colpito circa 150-200 mila italiani ogni settimana, i quali devono fare i conti con mal di gola, problemi gastrointestinali, crampi allo stomaco, diarrea, vomito e febbre.

Il virologo spiega che le forme gastrointestinali sono le più diffuse, e colpiscono pazienti di ogni età.

Spesso arrivano in famiglia attraverso i bambini più piccoli, ma poi non risparmiano adulti e anziani

ha infatti spiegato l'esperto all'Adnkronos Salute, dove rivela anche quali sono i consigli più adatti per difendersi dai malanni di stagione. In realtà, pare che non ci sia molto da fare, se non vestirsi in modo adatto e mangiare in modo corretto:

Purtroppo, oltre ad evitare il più possibile gli sbalzi termici, vestendosi 'a cipolla', e a curare l'igiene (soprattutto delle mani), c'è poco da fare. La buona notizia è che si tratta di forme che si risolvono in genere entro 3-4 giorni. L'invito è quello di ricorrere a un'automedicazione responsabile, a curare l'alimentazione e l'idratazione, riposare e non eccedere con gli antidiarroici, che potrebbero mascherare eventuali sintomi degni di nota. Sì invece ai probiotici e a un'igiene molto attenta.

via | AdnKronos

  • shares
  • Mail