Resistenza ai farmaci: un problema di salute globale

Quello della resistenza ai farmaci è un problema globale. Ecco cosa spiegano gli esperti.

Resistenza ai farmaci

Quello della resistenza ai farmaci è un problema globale che sta progressivamente peggiorando, e che potrebbe causare la morte di un elevato numero di persone. A parlarne è stato un gruppo di esperti scientifici delle Nazione Unite, ovvero il 'Gruppo di coordinamento sulla resistenza ai farmaci' delle Agenzie Onu, secondo cui alcune procedure mediche e alcune patologie sono diventate più rischiose proprio a causa dell’elevata resistenza ai farmaci, che oggi interessa anche medicinali di uso comune.

Quindi non solo resistenza agli antibiotici (della quale se ne parla ormai da diversi anni con comprensibile preoccupazione), ma anche resistenza ai farmaci funghicidi, agli antivirali, agli antiparassitari e ai farmaci antimicrobici.

La resistenza è stata osservata in Paesi a tutti i livelli di povertà o ricchezza

fanno sapere gli esperti delle Agenzie Onu, i quali aggiungono che i casi di resistenza ai farmaci portano già a 700.000 morti ogni anno a livello mondiale, e di questi, 230.000 sarebbero provocati dalla tubercolosi.

Per arginare il problema, gli autori ritengono dunque necessario un intervento a livello globale, che si basi innanzitutto sul riconoscimento dell'interdipendenza tra la salute umana, quella animale e quella dell'ambiente. Se ciò non dovesse accadere, entro il 2050 il numero di morti a causa della farmacoresistenza potrebbero arrivare fino a 10 milioni.

via | Ansa
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail