Gran Bretagna, trovate tracce di cocaina nei gamberetti

Un gruppo di ricercatori ha trovato cocaina, ketamina, pesticidi e altri farmaci nei gamberetti di 15 diverse zone del Suffolk.

Tracce di cocaina nei gamberetti. È questo quanto ha trovato un gruppo di ricercatori del King’s College di Londra analizzando dei gamberetti in 15 diverse zone del Suffolk, nella parte orientale dell’Inghilterra. Negli esemplari era molto diffusa anche la presenza della ketamina, ma sono state trovate anche tracce di pesticidi e altri prodotti farmaceutici (per un totale di 107 sostanze).

Giunti a questo scoperta ora i ricercatori sono convinti che siano importanti ulteriori analisi per capire se e quanto la presenza di cocaina negli animali acquatici può rappresentare un problema: la concentrazione è bassa ma potrebbe essere un rischio per l’habitat stesso.

La contaminazione dell’acqua causata dai rifiuti della droga è un problema che si sta diffondendo, anche se può sorprendere: come fanno notare i responsabili della ricerca non ci aspetta una simile contaminazione in centri piccoli e rurali. Il dottor Thomas Miller del King's College di Londra, autore principale, ha spiegato:

"Sebbene le concentrazioni fossero basse, siamo stati in grado di identificare composti che potrebbero essere preoccupanti per l'ambiente e che potrebbero rappresentare un rischio per la fauna selvatica. Abbiamo scoperto che i composti più frequentemente rilevati erano droghe illecite, tra cui cocaina e ketamina e un pesticida vietato, il fenuron".

  • shares
  • Mail