Ansia e stress da notifica, quando i genitori contagiano i figli

Nuova ansia che i genitori stanno trasmettendo ai figli: quella da notifica.

Bambini con cellulari

Sembra che i genitori siano trasmettendo ai figli una nuova forma di ansia e stress: quella da notitica. In lingua inglese viene definita come "fear of missing out" (FOMO), cioè la paura di perdersi qualcosa. Tale paura parte proprio da genitori che usano in maniera compulsiva i social network. Tutti noi, prima o poi, siamo stati contagiati da questa mania: scrolliamo i feed di Facebook o Instagram compulsivamente, paragonando le apparenti vite perfette altrui con le nostre. Ecco che, allora, per non essere da meno, veniamo presi dalla smania di postare story o selfie, tutti rigorosamente con filtri. Secondo il report #StatusOfMind della Royal Society for Public Health britannica, questo continuo stato di ansia della FOMO si riflette sulla psiche degli adolescenti, con aumento nel corso degli ultimi anni del 70% di ansia e depressione nei giovani.

Cosa fare per evitare l'ansia da notifica?

La family coach Nan Coosemans ha rivelato cinque consigli per sopravvivere a questa forma di ansia da notifica. La Coosemans non ha dubbi: la FOMO parte proprio dai genitori, da madri che si scattano un selfie dopo l'altro, praticamente ovunque, finendo con l'entrare in competizione con i figli. Tali dinamiche sono molto pericolose: i genitori, in tal modo, non si accorgono di star instillando nei figli un senso di inadeguatezza. Ovviamente i genitori non lo fanno consapevolmente: spesso si tratta di persone che sono state letteralmente travolte dalle nuove tecnologie, senza avere il minimo strumento per capirle e interiorizzarle. Ecco dunque i cinque consigli della coach per genitori che hanno problemi con l'ansia da notifiche:

  1. Fare un'analisi di se stessi: molto spesso si posta compulsivamente sui social network perché si cerca di riscattarsi da una mancata autorealizzazione. Ma così facendo il problema di fondo non viene risolto. Bisogna quindi fare un'attenta analisi di se stessi, per capire se davvero siamo soddisfatti da vita, famiglia e lavoro
  2. Lavorare sull'autostima: molti genitori, soprattutto donne, faticano a conciliare famiglia e carriera. Tuttavia la soluzione non è quella di creare una falsa immagine di se stessi per cercare consensi e Like sui social network. Coloro che riescono a valorizzare il proprio sé non hanno bisogno di continue conferme da parte degli altri, di mettersi continuamente in mostra o di dichiarare cinque volte al giorno quanto sono felici o realizzati
  3. Ritagliarsi momenti di connessione con i figli: bisogna riuscire prendersi del tempo di qualità da trascorrere con i figli, eliminando qualsiasi tipo di schermo e dialogando sul serio con loro. E non vale dire: facciamoci un selfie insieme e poi postiamolo, così prendiamo più like
  4. Informarsi sulle nuove tecnologie: visto che saltano fuori nuove tecnologie di continuo, cerchiamo di capire non solo come si usano per fare selfie o fotoritocchi, ma anche di imparare ad usarli correttamente, senza correre rischi
  5. Farsi periodicamente queste domande: che esempio stiamo dando ai nostri figli con questa sovraesposizione? Che cosa vogliamo veramente dimostrare con quel selfie o con quel post?

Ennesima demonizzazione dei social media?

Nan Coosemans ha poi chiarito che questa non è la solita demonizzazione dei social media: "I social network si possono usare anche per veicolare contenuti di valore, mettere in luce il proprio talento e diventare una fonte di ispirazione per gli altri. Spesso i genitori (gli stessi che magari controllano compulsivamente il loro smartphone!) sgridano i figli perché passano troppo tempo su YouTube. Se però avessero la voglia e la curiosità di saperne di più, potrebbero addirittura imparare qualcosa di nuovo".

Da questa idea è nato lo Youtour, per permettere ai giovani e ai genitori di imparare a valorizzare la propria unicità. In ogni tappa di questo tour itinerante, Nan Coosemans si confronterà con uno YouTuber. Ecco le date:

  • 4 maggio, Milano: ospite IlvostrocaroDexter
  • 11 maggio, Bari: ospiti i Nirkiop
  • 18 maggio, Roma: ospite MikeShowSha

Foto | iStock

  • shares
  • Mail