Occuparsi di una persona malata non danneggia la salute

Prendersi cura dei propri cari non danneggia la nostra salute. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Occuparsi di una persona malata

Per troppo tempo articoli e ricerche scientifiche ci hanno portato a credere che essere un caregiver familiare (ovvero prendersi cura dei propri parenti bisognosi di cure e aiuto) potesse avere un impatto negativo sulla salute di una persona, aumentando i livelli di infiammazione e indebolendo le funzioni del sistema immunitario.

Ora, dopo aver analizzato 30 documenti sui livelli di molecole immunitarie e infiammatorie nei caregiver, i ricercatori del Johns Hopkins possono affermare che il collegamento è stato sopravvalutato, e che in realtà tale associazione è estremamente ridotta.

In un nuovo studio pubblicato sulla rivista The Gerontologist, gli esperti sottolineano che non stanno dicendo che il caregiving familiare non può essere stressante, ma c'è la nozione che sia talmente stressante da causare un peggioramento della salute e un aumento della mortalità. Questo può portare a temere il caregiving e a non volersi prendere cura dei propri cari nel bisogno.

Per esaminare la questione, gli esperti hanno concentrato la loro ricerca sui documenti sui biomarcatori immunitari o infiammatori, ed hanno notato una dimensione complessiva dell'effetto del caregiving sui biomarcatori di 0.164 unità rispetto ai livelli standard.

Non è che non abbiamo trovato nulla, ma è un sussurro di un effetto, non così grande come quello che le persone sono state indotte a credere. Il caregiving, se fatto bene, può effettivamente essere un'attività estremamente benefica e salutare che migliora la tua vita, perché ti stai comportando in modo pro-sociale

spiegano gli autori dello studio, i quali stanno adesso conducendo un altro lavoro basato sulla popolazione per ottenere informazioni ancora più dettagliate sulla connessione - o meno - tra il caregiving e il sistema immunitario.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail