Candida Auris, il pericoloso fungo resistente agli antibiotici

Non solo batteri, a resistere agli antibiotici ci sono anche pericolosi funghi. La minaccia numero uno in questo momento si chiama Candida Auris.

La Candida Auris è un fungo, conosciuto da solo 10 anni – quindi considerato recente in campo medico – resistente agli antibiotici. Colpisce soprattutto le persone fragili o debilitate da malattie croniche, come il diabete, dopo un periodo lungo di ricovero ospedaliero. Negli ultimi anni, i ricercatori si sono concentrati soprattutto sulla lotta ai batteri resistenti agli antibiotici, ma è evidente che anche alcuni funghi, come la Candida Auris, sono una grave minaccia.

Gli esperti sono al lavoro nella speranza di creare presto una nuova rete di farmaci, ma ricordano che l’abuso di farmaci antifungini e antibiotici deve cessare: è stato proprio l’abuso eccessivo di questi farmaci a consentire ai batteri e ai funghi di sviluppare una resistenza sempre maggiore.

Di recente i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), il più importante organo di controllo sulla sanità pubblica americana, ha aggiunto questo fungo alla lista di germi considerati «minacce impellenti». Perché? Perché questa candida si diffonde ovunque e di conseguenza è molto invasiva. All’interno di una stanza la si può trovare su muri, letti, porte, telefoni, ma anche lavandino, lavagna o pali della flebo, il soffitto e le persiane. Difficile difendersi.

Quali sono i sintomi dell’infezione? Causa febbre, dolori muscolari e affaticamento. E spesso, proprio perché sono sintomi apparentemente banali, sono difficili da riconoscere. Secondo il CDC, più del 90 per cento delle infezioni da C. auris sono resistenti agli antibiotici.

  • shares
  • Mail