Ematoma epidurale spinale, cause

Quali sono le cause, oltre ai traumi, che portano a sviluppare un ematoma epidurale spinale?

L'ematoma epidurale spinale o subdurale è definito in medicina come un accumulo di sangue nello spazio epidurale o subdurale che può comprimere il midollo spinale. L'ematoma solitamente si localiza a livelo toracico o lombare: non è un'evenienza frequente, ma lo si può vedere a seguito di traumi alla colonna vertebrale, a terapia anticoagulante o a causa di punture lombari. In caso di ematoma epidurale spinale è necessario effettuare una RM per la diagnosi, mentre la terapia richiede un drenaggio chirurgico.

Ematoma subdurale spinale: le principali cause e sintomi

Le meningi sono un insieme di tre membrane che rivestono il sistema nervoso centrale, encefalo e midollo spinale dunque. Dall'esterno all'interno troviamo la dura madre, l'aracnoide e la pia madre. Lo spazio che separa la dura madre dal lato interno della scatola cranica è detto spazio epidurale. Lo spazio fra aracnoide e pia madre si chiama spazio subaracnoideo e qui si trova il liquor o liquido cerebrospinale.

Fra le cause di ematoma epidurale subdurale abbiamo i traumi di qualsiasi tipo a carico della colonna vertebrale, ma anche pazienti con problemi di diatesi emorragica o sottoposti a terapia con farmaci anticoagulanti o trombolitici. I sintomi di un ematoma epidurale subdurale sono:

  • dolore radicolare e dorsale che aumenta con la percussione
  • il dolore può essere anche molto forte
  • compressione del midollo spinale
  • sindrome della cauda equina quando si ha compressione delle radici del midollo spinale
  • paresi degli arti inferiori

La progressione dei sintomi solitamente è rapida, si va da pochi minuti a ore.

Ematoma epidurale spinale: diagnosi e terapia

La diagnosi di un ematoma epidurale spinale può avvenire solamente tramite RM. Al limite è possibile fare anche una mielo-TC, ma la RM è la scelta diagnostica migliore. La terapia, una volta confermata la diagnosi, prevede il drenaggio chirurgico dell'ematoma. Prima viene eseguito e meglio è: più persiste la compressione sul midollo spinale, più potrebbero residuare deficit neurologici. Inoltre va anche adattata la terapia medica nei pazienti trattati con anticoaugulanti dicumarinici.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail