Franco Locatelli è il nuovo presidente del Consiglio Superiore di Sanità

È stato eletto il nuovo presidente del Consiglio Superiore di Sanità: è l’oncoematologo Franco Locatelli.

Consiglio Superiore di Sanità

Franco Locatelli è il nuovo presidente del Consiglio Superiore di Sanità. La nomina dell'oncoematologo è stata resa nota in occasione del primo insediamento dei 60 componenti del consiglio, alla presenza del Ministro della Salute Giulia Grillo. Ministro che su Twitter ha accolto così la nuova nomina:

Auguri a Franco Locatelli eletto Presidente del #CSS e a tutti buon lavoro. È l'inizio di una felice collaborazione di cui il Paese ha bisogno! Sono felicissima sia del presidente Locatelli, che in questo momento non è qui, una persona di grandissimo valore ed eccellenza del nostro Paese, sia dei due vice presidenti entrambi collegati alla città di Torino. Spero di poter spremere come un limone questo Css, perché abbiamo tanto lavoro da fare. poter spremere come un limone questo Css, perché abbiamo tanto lavoro da fare - ha detto Giulia Grillo - Abbiamo tanti dossier sul tavolo: il primo, vista anche la competenza del presidente, è sulle nuove terapie Car-T per capire come poterle portare a regime nel nostro Paese considerando anche i costi delle aziende che le vendono.

Al momento della nomina Franco Locatelli non era presente, perché si trovava per lavoro negli States. Alla vice presidenza del Css eletti Paolo Vineis, professore ordinario di Epidemiologia all’Imperial College di Londra, e Paola Di Giulio, professoressa di Scienze infermieristiche all’Università di Torino.

Chi è Franco Locatelli

Franco Locatelli è nato a Bergamo nel 1960. Da sei anni lavora a Roma dove svolge il ruolo di primario del Dipartimento di oncoematologia e terapia cellulare e genica dell'ospedale Bambino Gesù di Roma. Locatelli è tra i padri della terapia anti cancro Car T.

Il suo nome è legato a quello del piccolo Alex, Alessandro Maria Montresor, trattato proprio all'ospedale pediatrico romano con un trapianto di midollo che gli ha salvato la vita. È autore di più di 500 articoli pubblicati su riviste internazionali prestigiose.

Dopo la laura a Pavia in Medicina con Chirurgia, con 110 e Lode, nel 1985, si è specializzato in pediatria ed ematologia ed è stato anche Honorary Clinica Visitor all'Hammersmith Hospital di Londra, dove ha studiato proprio tecniche di trapianto del midollo osseo.

  • shares
  • Mail