Infettivologo pubblica un post choc su Facebook: "Cerco bimbo per esperimento"

Ha fatto il giro del web e scatenato molte polemiche il post pubblicato sul profilo Facebook dell’infettivologo Fabio Franchi:

"Sto cercando un bambino/a - rigorosamente volontario/a - che abbia la parotite in atto e sia residente nelle Marche (o zone limitrofe). Si tratta di esperimento che rispetta la convenzione di Oviedo e non infrange le regole del Codice di Norimberga. […]Non posso spiegare più di tanto per ora. Invito al 'passaparola'. Non ho intenzione di fargli alcuna iniezione ".

Il medico ha sottolineato di non essere "no vax", ma di reputarsi "semplicemente un medico titubante o esitante". Il primo ovviamente a commentare è stato il virologo Roberto Burioni che ha scritto:

"Bisognerebbe fare qualcosa".

Perplesso anche medico autore di Medbunker, Salvo Di Grazia:

"Questo medico, guru antivax e in passato negazionista dell'Aids, cerca un bambino per fare esperimenti, così, su Facebook. Ecco cosa significa sono pericolosi".

E ovviamente non sono mancate le parole della ministra della Salute, Giulia Grillo:

"Sono esterrefatta per il delirante annuncio. Nessuno in Italia può pensare di fare lo stregone, giocando con le vite dei pazienti e speculando sulle paure o i dubbi dei cittadini. Voglio rassicurare tutti i genitori e i cittadini che in questo Paese non è assolutamente consentito effettuare ricerche o esperimenti scientifici al di fuori delle regole stabilite dalle leggi - sottolinea - Pertanto ho già dato mandato ai miei uffici per le verifiche del caso".

E grazie alla ministra, la Federazione Nazionale degli Ordini dei medici-Fnomceo si è attivata per effettuare i necessari approfondimenti sull’autore del post. E così si è scoperto – come riporta l’Adnkronss che ha contattato il presidente Fnomceo Filippo Anelli - che

“Non è più un medico: non è iscritto all'Ordine da anni. Pertanto non è possibile procedere con l'attività di censura nei suoi confronti. Segnalerò il caso alle autorità competenti: il fatto che questa persona si faccia chiamare medico è irregolare: non può fare alcun atto medico, altrimenti sarebbe esercizio abusivo della professione".

  • shares
  • Mail