Cosa sono i farmaci a base di fenspiride?

Quali sono i farmaci a base di fenspiride? E perché l'UE li ha ritirati dal commercio?

Fenspiride, farmaco anti tosse

L'Unione Europea ha deciso di bloccare e ritirare dal commercio i farmaci anti tosse a base di fenspiride. Il motivo? Pare che sciroppi e compresse contro la tosse a base di fenspiride, utilizzati sia nei bambini che negli adulti, possano provocare alterazioni improvvise e gravi del ritmo cardiaco. E' quanto paventato dal'Agenzia Europea dei Medicinali (EMA): in una nota hanno spiegato che la sospensione è a titolo precauzionale per proteggere i pazienti. Adesso toccherà al Comitato per la Sicurezza dei Medicinali dell'EMA stabilire se effettivamente questo farmaco alteri l'attività cardiaca, allungando l'intervallo Qt.

Fenspiride: indicazioni e effetti collaterali

I medicinali a base di fenspiride erano utilizzato soprattutto in caso di tosse da malattie polmonari. Le indicazioni terapeutiche presenti sul foglietto illustrativo sono:

  • rinofaringite
  • laringite
  • tracheobronchiti
  • bronchiti
  • problemi a carico delle prime vie respiratorio in caso di influenza, morbillo e pertosse

Fra gli effetti collaterali segnalati sul bugiardino si hanno:

  • nausea
  • mal di stomaco
  • diarrea
  • vomito
  • sonnolenza
  • vertigini
  • tachicardia (diminuisce dopo riduzione del dosaggio)
  • palpitazioni
  • ipotensione
  • eritema
  • rash cutaneo
  • orticaria
  • angiodedema
  • prurito
  • necrolisi epidermica cronica
  • Sindrome di Stevens-Johnson
  • astenia
  • affaticamento

Come si vede, dunque, già nel foglietto illustrativo erano segnalati, fra gli effetti indesiderati, anche la tachicardia e le palpitazioni (anche se non fra quelli comuni, solitamente si avevano più problemi gastroenterici). L'uso di fenspiride era, poi, controindicato in caso di allergie al principio attivo o agli eccipienti e nei bambini di età inferiore ai due anni. Inoltre era sconsigliato in caso di crisi asmatiche. L'utilizzo in contemporanea di fenspiride e di alcol/farmaci sedativi è caldamente sconsigliato perché aumentano gli effetti sedativi. Inoltre è un farmaco da non usare in gravidanza e allattamento.

Comunque sia, adesso questi farmaci sono stati ritirati dal commercio: toccherà aspettare di vedere cosa dirà l'EMA in merito alla loro sicurezza.

Via | Repubblica

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail