Cosa sono i diverticoli?

Si parla spesso di diverticolite, ma quanti sanno cosa siano in effetti i diverticoli intestinali?

Diverticoli

I diverticoli sono delle estroflessioni della mucosa intestinale. Quando questi diverticoli si infiammano, ecco che si sviluppa la diverticolite. Solitamente la diverticolite tende a localizzarsi nel colon e come sintomi si ha dolore addominale con anche nausea, diarrea, stipsi, febbre e sangue nelle feci. Solitamente non si ha mai un singolo attacco di diverticolite: le riacutizzazioni e le recidive sono frequenti. Nessuno sa perché si sviluppi la diverticolite, ma si pensa che obesità, sedentarietà, fumo e FANS possano scatenare questa patologia intestinale.

Quando si hanno estroflessioni della mucosa dell'intestino crasso non infiammate si parla di diverticolosi, asintomatica nella maggior parte dei casi. Spesso l'infiammazione avviene poi a causa di batteri.

Diverticolite: cause e sintomi

Si pensa che lo sviluppo di diverticoli nel colon sia colpa di un aumento della pressione intraluminale. Non si sa esattamente perché si formino. E non si sa neanche bene se diete ricche di fibre siano d'aiuto o meno. Per lungo tempo si è pensato che diete scarse di fibra alimentare, soprattutto come la fibra non solubile, potessero contribuire allo sviluppo della diverticolosi e poi della diverticolite. Tuttavia, alcuni studi recenti, hanno notato come diete troppo ricche di fibre, associate a maggiori movimenti intestinali, creassero una prevalenza della diverticolosi.

La diverticolosi tende a colpire soprattutto i pazienti anziani, ma talvolta la si vede anche in soggetti più giovani. Come fattore predisponente c'è anche l'obesità. I sintomi della diverticolite sono:

  • dolore addominale
  • nausea

  • febbre
  • vomito
  • diarrea
  • aumento della proteina C reattiva

La diverticolite non va sottovalutata. Il rischio, infatti, è quello di una perforazione intestinale con sviluppo di peritonite e setticemia.

Diverticolite: diagnosi e terapia

La diagnosi di diverticolite richiede una TC per confermare la presenza dei diverticoli. Per quanto riguarda tecniche come la colonscopia e il clisma opaco, non vanno usate nella fase acuta: il rischio di perforazione intestinale è alto. E' importante fare diagnosi correttamente perché ci sono altre malattie con questi sintomi:

La terapia della diverticolite, se non grave, richiede l'uso di antibiotici e la correzione della dieta. Importante è associare anche uno spasmolitico. Da evitare l'uso di FANS e cortisonici, sempre per il rischio di perforazione intestinale. Bisogna anche correggere la dieta:

  • dieta povere di fibre inizialmente
  • evitare spezie e cibi piccanti
  • ridurre i grassi e gli zuccheri
  • ridurre kiwi, pomodoro e cocomero: i semi contenuti potrebbero ristagnare nei diverticoli peggiorando l'infiammazione
  • non esagerare col consumo di carne rossa

Nel caso la terapia medica non funzionasse o la presentazione clinica fosse molto grave, bisogna intervenire con un intervento chirurgico.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail