Oki antinfiammatorio: posologia e controindicazioni

Quali sono le dosi, le controindicazioni e gli effetti collaterali dell'antinfiammatorio Oki?

Oki compresse

Uno dei più famosi farmaci antinfiammatori è l'Oki. Oki è il nome commerciale di un farmaco a base di ketoprofene, un FANS (Farmaco Antinfiammatorio Non Steroideo). Lo si usa solitamente come sintomatico per curare infiammazioni e dolori legati all'apparato muscolo-scheletrico, al mal di testa, alla cervicale, alle otiti, ai dolori mestruali e al dolore post-operatorio. Tuttavia, come tutti i FANS, l'Oki non è scevro da effetti collaterali e controindicazioni. Andiamo dunque a scoprire quali siano. Vi ricordo sempre di non esagerare con l'assunzione di FANS: rivolgetevi al vostro medico di fiducia se il dolore non passa o se è associato ad altri sintomi.

Oki: posologia e dosaggio


Per la posologia, il dosaggio e l'effettiva necessità di usare l'Oki, vi consigliamo sempre prima di contattare il vostro medico. A livello conoscitivo, sul foglietto illustrativo della formulazione granulare abbiamo riportata questa posologia:


  • adulti: 1 bustina da 80 mg tre volte al giorno durante i pasti

  • bambini fra i 6 e i 14 anni: mezza bustina da 40 mg tre volte al giorno durante i pasti

  • anziani: la dose verrà stabilita dal medico curante, eventualmente riducendo i dosaggi


Per quanto riguarda l'Oki iniettabile:


  • adulti: 1-2 fiale al giorno per via intramuscolare profonda (massimo per tre giorni, poi si passa alla via orale o rettale)

  • anziani: sarà il medico a stabilire la dose


L'Oki supposte, invece, deve essere usato alla dose di 1-2 mg/kg. Per i bambini sono disponibili le formulazioni da 30 e 60 mg, mentre per gli adulti da 160 mg. Nei bambini si consiglia 1 supposta 2-3 volte al giorno, negli adulti 1 supposta 2 volte al giorno.

Oki: controindicazioni


Queste sono le principali controindicazioni all'uso dell'Oki:


  • pazienti allergici con storia pregressa di broncospasmo, asma, riniti, orticaria

  • allergie al ketoprofene o ad altri FANS

  • grave insufficienza cardiaca

  • ulcera gastrica

  • emorragie gastriche

  • perforazione o emorragie gastroenteriche (anche pregresse)

  • gastrite

  • colite ulcerosa

  • proctite e procorragia

  • grave insufficienza epatica

  • grave insufficienza renale

  • problemi di coagulazione (anche pazienti che assumono farmaci anticoagulanti o antiaggreganti piastrinici)

  • leucopenia o piastrinopenia

  • terzo trimestre di gravidanza

  • bambini di età inferiore ai 6 anni

  • pazienti che assumono altri FANS o cortisonici


Oki: effetti collaterali


Sono numerosi gli effetti collaterali descritti per l'Oki, assimilabili a quelli di tutti gli altri FANS:


  • nausea, vomito, diarrea, dolore addominale

  • ulcera gastrica, perforazione e emorragia gastrointestinale (i rischi aumentano soprattutto nei pazienti anziani)

  • reazioni cutanee gravi: dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Johnson e anche necrolisi epidermica

  • tromboembolismo arterioso, infarto del miocardio e ictus

  • insufficienza renale

  • edema

  • ittero

  • epatite

  • crisi asmatiche e broncospasmi


Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail