Diabete, realizzata la prima pillola di insulina

Un piccola capsula, con dentro un ago a molla con insulina, è stata realizzata al MIT per curare il diabete di tipo 2.

diabete

Il diabete di tipo 2 o diabete mellito colpisce solo in Italia circa 3 milioni di persone, ovvero quasi il 5% della popolazione. È una malattia metabolica caratterizzata da iperglicemia, cioè da valori elevati di zucchero nel sangue. Gli esperti del MIT (Massachusetts Institute of Technology) sono riusciti a creare la prima pillola di insulina.

È piccolina e contiene un piccolo ago fatto di insulina compressa. Si deve assumere al bisogno e l’insulina viene liberata nello stomaco. Una volta lì, l’ago è in grado di trovare la posizione corretta e quindi di raddrizzarsi per raggiungere le pareti dell'organo. I liquidi dello stesso, vanno poi a sciogliere il disco e la molla così rilasciata inietta l'ago nella parete. Si tratta di un processo molto sofisticato, che potrebbe cambiare completamente la vita dei malati di diabete, costretti alle iniezioni.

"Siamo davvero fiduciosi, questo nuovo tipo di capsula potrà un giorno aiutare chi soffre di diabete e forse chiunque richiede terapie che ora possono essere somministrate solo mediante iniezione o infusione".

Ha dichiarato Robert Langer, professore del David H. Koch Institute e membro del MIT Koch Institute for Integrative Cancer Research.

E non è tutto, perché la capsula è biodegradabile e potrà passare senza conseguenze attraverso digestivo. Prima dei test sull'uomo, tuttavia, saranno necessari altri 3 anni.

Via | Il Giornale

  • shares
  • Mail