Asma negli adolescenti: nessun beneficio dall’olio di pesce

L'olio di pesce non sembra migliorare il controllo dell'asma negli adolescenti e nei giovani adulti. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

olio di pesce

L'olio di pesce non sembra migliorare il controllo dell'asma negli adolescenti e nei giovani adulti con asma incontrollata, e che sono in sovrappeso o obesi. Questo è ciò che emerge da una nuova ricerca pubblicata online su Annals of the American Thoracic Society, secondo cui quattro grammi di olio di pesce al giorno per sei mesi non migliorano i sintomi dell'asma nei giovani pazienti.

Non sappiamo perché il controllo dell'asma nei pazienti obesi sia più difficile, ma ci sono prove crescenti che l'obesità causa un'infiammazione sistemica. Poiché gli acidi grassi omega-3 nell'olio di pesce hanno proprietà anti-infiammatorie, volevamo testare se l'olio di pesce potesse avere dei benefici terapeutici per questi pazienti.

Per il loro studio, gli esperti hanno arruolato un campione di 98 partecipanti in sovrappeso/obesi con un'età compresa tra 12 e 25 anni. Tutti avevano ricevuto una diagnosi di asma, ma non tenevano sotto controllo la loro condizione, nonostante l'uso di un inalatori corticosteroidi giornalieri.

Una parte dei volontari ha ricevuto il compito di assumere olio di pesce per 25 settimane, mentre un’altra parte ha assunto un placebo a base di olio di soia. I ricercatori hanno anche esaminato se una variante di un gene le cui mutazioni possono ridurre le risposte ai farmaci anti-leucotrieni fosse coinvolto nel processo. I leucotrieni sono molecole infiammatorie che svolgono un ruolo fondamentale nell'innesco degli attacchi di asma. In questo studio, la variante ALOX5 sembrava essere collegata alla produzione di leucotrieni, ma non all'efficacia dell'olio di pesce nel fornire il controllo dell'asma.

Gli autori spiegano che i risultati negativi dello studio potrebbero non essere ancora definitivi. Hanno infatti riconosciuto che dosi più elevate di olio di pesce per un periodo di tempo maggiormente prolungato potrebbero produrre risultati diversi.

Sulla base dello studio corrente, tuttavia, non vi sono prove sufficienti perché i medici suggeriscano ai pazienti con asma fuori controllo di assumere integratori giornalieri di olio di pesce per migliorare i sintomi.

via | MedicalXpress

Foto da iStock

  • shares
  • Mail