Aborti frequenti: la causa potrebbe essere nello sperma?

Un nuovo studio rivela che gli aborti spontanei potrebbero essere causati anche da una scarsa qualità dello sperma.

Sperma

Un nuovo studio condotto dai membri dell’Imperial College London rivela che la qualità dello sperma ha una grande importanza quando si parla del rischio di aborto spontaneo. Lo studio è stato condotto su un campione di 50 uomini le cui partner avevano subito tre o più aborti consecutivi, ed ha fatto emergere un dato interessante. Rispetto agli uomini le cui partner non avevano avuto aborti spontanei, lo sperma di quelli che erano coinvolti nello studio presentava dei livelli più elevati di danni al DNA. 7

La ricerca, pubblicata sulla rivista Clinical Chemistry, si propone di riuscire ad aprire nuove strade nella ricerca di trattamenti per ridurre il rischio di aborto spontaneo.

Tradizionalmente i medici hanno focalizzato l'attenzione sulle donne quando sono alla ricerca delle cause dell'aborto spontaneo frequente. La salute degli uomini e del loro sperma non sono state analizzate, tuttavia, questa ricerca aggiunge una crescente quantità di prove che suggeriscono che la salute dello sperma determina lo stato di una gravidanza. Per esempio, la ricerca precedente suggerisce che lo sperma ha un ruolo importante nella formazione della placenta, che è cruciale per l'ossigeno e lo sviluppo del feto.

Lo sperma di uomini che hanno partner che avevano avuto aborti ricorrenti aveva il doppio dei danni al DNA rispetto a quello dei membri del gruppo di controllo. Tra i fattori da non sottovalutare sono emersi anche l’obesità e l’età degli uomini. Lo studio ha infatti rilevato che gli uomini le cui partner avevano avuto degli aborti spontanei erano anche leggermente più anziani rispetto a quelli del gruppo di controllo (con un'età media di 37 anni contro 30), ed erano anche leggermente più in sovrappeso.

C’è voluto molto tempo perché la medicina capisse che la salute dello sperma ha un ruolo nell'aborto, e che la causa non risiede solo nelle donne. Ora ci rendiamo conto che entrambi i partner contribuiscono all'aborto spontaneo ricorrente, e possiamo sperare di ottenere un'immagine più chiara del problema e iniziare a cercare metodi per garantire che più gravidanze si traducono nella nascita di un bambino sano.

via | Medicalxpress.com

Foto da iStock

  • shares
  • Mail