Rischio cancro al seno: multinazionale ritira le protesi dal commercio

Un’azienda multinazionale ha ritirato alcuni tipi di protesi dal commercio per il legame con il rischio di cancro.

Rischio di cancro al seno protesi

Poche settimane fa si era diffusa la notizia che alcuni tipi di protesi al silicone utilizzati per gli interventi al seno erano probabilmente collegati a un maggior rischio di sviluppare un tipo di tumore molto raro.

Proprio nelle ultime ore, l’azienda multinazionale Allergan ha annunciato il ritiro dal commercio di alcune protesi per il seno e la sospensione della vendita, in seguito alla richiesta da parte delle autorità regolatorie francesi (l’ASNS, Agence Nationale de Sécurité du Médicament), che sta indagando in merito al possibile legame fra tali protesi e una rara forma di tumore.

Tale decisione è stata presa dopo che l'autorità francese ha chiesto il parere di una commissione scientifica, chiamata a valutare le segnalazioni fatte da diverse donne, le quali avrebbero sviluppato un raro tipo di linfoma dopo l’impianto delle protesi di tipo 'ruvido'. L’azienda fa inoltre sapere che attualmente rimangono in commercio le protesi di tipo liscio.

Anche se non è d'accordo con la richiesta, la compagnia sta cooperando pienamente con le autorità. Allergan conferma il profilo rischio-beneficio dei propri prodotti. La richiesta dell'Ansm, e l'azione conseguente, non è basata su nessuna nuova evidenza scientifica riguardo a questi prodotti. Oltretutto la stessa Ansm non ha identificato nessun rischio immediato per la salute delle donne con impianti 'ruvidi'.

Non rimane che attendere ulteriori aggiornamenti in merito alla vicenda.

via | Il Messaggero
Foto da iStock

  • shares
  • Mail