Alcolici e mal di testa: esiste un legame

L’alcol rappresenta un fattore di rischio per l’emicrania? Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Alcolici e mal di testa

A chi non è mai capitato di bere del vino o della birra, e di ritrovarsi con una fastidiosa emicrania? Ebbene, un nuovo studio pubblicato sull’European Journal of Neurology ha recentemente rivelato che l’alcol è effettivamente collegato al problema dell'emicrania.

Lo studio è stato condotto su un campione di 2.197 pazienti che soffrono di questo problema, il 35,6% dei quali ha segnalato le bevande alcoliche come un fattore scatenante non indifferente per lo sviluppo dei fastidiosi mal di testa.

Inoltre, più del 25% dei pazienti che soffrono di emicrania e che avevano smesso di consumare alcol (o non avevano mai iniziato a consumarlo) lo hanno fatto proprio a causa dei suoi presunti effetti scatenanti.

Il vino, e in particolar modo il vino rosso è stato riconosciuto come il più comune fattore scatenante tra le bevande alcoliche, tuttavia solo l'8,8% dei partecipanti ha affermato di avere regolarmente mal di testa dopo averlo bevuto.

 

Il tempo di esordio, secondo quanto riportato dai partecipanti, è stato rapido (meno di tre ore dopo l'assunzione della bevanda alcolica) in un terzo degli intervistati, e quasi il 90% di essi ha avuto un esordio in meno di 10 ore indipendentemente dal tipo di bevanda alcolica consumata.

L'emicrania innescata dall'alcol si verifica rapidamente dopo l'assunzione di bevande alcoliche, e questo suggerisce l’esistenza di un meccanismo diverso rispetto a una sbornia normale.

via | Eurekalert

Foto da iStock

  • shares
  • Mail