Sindrome di Charles Bonnet, sintomi e cura

Conoscete la Sindrome di Charles Bonnet? Ecco cause, sintomi e cura.

Sindrome Charles Bonnet

Con il termine di Sindrome di Charles Bonnet si intende una malattia complessa e che colpisce soprattutto gli anziani (spesso con problemi di vista e in assenza di disturbi mentali). Però può svilupparsi in persone di ogni età e con oltre il 60% di disabilità visiva (a sua volta provocata da tantissime malattie oculari o patologie metaboliche che influiscono sulla vista, come infarto, tumori o diabete). La malattia tipicamente si manifesta con allucinazioni complicate. Inoltre si è visto che tale malattia tende a manifestarsi maggiormente dopo alcuni interventi chirurgici. Vediamo cause, sintomi, diagnosi e terapia della Sindrome di Charles Bonnet.

Sindrome di Charles Bonnet: cause e sintomi

Si è visto che la causa della Sindrome di Charles Bonnet (il nome della malattia deriva dalla prima persona che ha descritto tale patologia, un avvocato, filosofo e naturalista di Ginevra) è dovuta a una grave diminuzione della vista, provocata a sua volta o dalla degenerazione della macula o da anomalie a livello della corteccia occipitale. Quello che accade è che, con la diminuzione della vista, i messaggi trasmessi dalla retina alla corteccia visiva rallentano o si bloccano, mentre il cervello si attiva per creare allucinazioni visive, molto vivide, a volte innocue, a volte terrificanti.

Per quanto riguarda i sintomi della Sindrome di Charles Bonnet, chi è colpito da questa malattia riferisce di vedere persone minuscole, sia ferme che in movimento e che sembrano quasi dei fantasmi. Nel caso di allucinazioni più gravi e articolate, la malattia si presenta fortemente invalidante: le persone che ne soffrono sono costrette a stare a casa, non riuscendo a distinguere fra ciò che è reale e ciò che non lo è. E a volte le allucinazioni sono così angoscianti da indurre al suicidio le persone.

Sindrome di Charles Bonnet: diagnosi e cura

La Sindrome di Charles Bonnet purtroppo non è molto conosciuta. La prima ricerca su questa malatta è stata fatta solamente nel 1998. Questo perché, fino a quello studio, la CBS è sempre stata considerata solamente come un effetto collaterale della perdita di vista.

Purtroppo non esiste cura per la Sindrome di Charles Bonnet, non esiste un farmaco contro queste allucinazioni. Il problema è che a volte queste allucinazioni sono innocue e riguardano gattini o bei paesaggi, mentre spesso sono più sinistre: spesso si vedono figure in costume, a volte si vedono insetti, serpenti o allucinazioni più spaventose. L'importante è che i medici sappiano distinguere questa patologia da altre malattie psichiatriche, per evitare di iniziare percorsi psichiatrici che, nel caso della malattia in questione, si rivelano essere inutili e dannosi.

Foto iStock

  • shares
  • Mail