Le sigarette elettroniche fanno male? Scoperto un nuovo composto chimico dannoso

Un nuovo studio ha evidenziato la presenza di una sostanza che si sprigiona dalle sigarette elettronche, e che irrita le vie respiratorie causando dei rischi per la salute.

sigarette elettroniche

Un nuovo studio condotto dai membri della Duke University ha da poco dimostrato che, mentre si svapa, si crea una nuova sostanza chimica che non compare tra gli ingredienti delle sigarette elettroniche, e che può danneggiare le vie respiratorie e causare anche l’enfisema. Gli autori dello studio hanno sottolineato che attualmente i consumatori non hanno la più pallida idea di cosa assumano quando fumano le e-cig, e questo vale anche per coloro che pensano di conoscere gli ingredienti delle sigarette elettroniche, dal momento che la nuova sostanza identificata non appare fra tali ingredienti.

La nuova sostanza chimica identificata va ad irritare le terminazioni nervose della gola, crea infiammazione cronica e ciò può portare ad asma e enfisema

spiegano gli autori dello studio, i quali aggiungono che, per funzionare, le sigarette elettroniche devono naturalmente riscaldare un liquido composto da sapori vari, propilene di glicolo, glicerina e nicotina.

Quando tali sostanze vengono riscaldate, si produce un vapore, ed è proprio durante questo processo di vaporizzazione che si viene a formare il composto chiamato 'acetale di aldeide PG', vale a dire la sostanza che raggiunge le vie respiratorie, danneggiandole.

Dal momento che il composto non è compreso fra gli ingredienti, ma si forma durante la vaporizzazione, non ne viene dunque dichiarata la presenza.

 

via | Ansa

Foto da iStock

  • shares
  • Mail