Melanoma, immunoterapia efficace anche con metastasi al cervello

Per la prima volta è stato dimostrato che l’immunoterapia è molto utile anche in caso di melanoma con metastasi cerebrali.

melanoma diagnosi terapia

L’immunoterapia sta facendo la storia delle terapie tumorali, soprattutto per quanto riguarda il melanoma. Secondo nuovi studi, questa classe di farmaci sembra dare buoni risultati anche sui pazienti in cui il tumore è arrivato fino al cervello. Lo studio, condotto dal Brigham and Women’s Hospital di Boston, dimostra che chi presenta metastasi solo confinate nel sistema nervoso centrale ha vissuto in media 4,7 anni, quattro anni di più di quanto invece hanno vissuto i pazienti che non hanno ricevuto farmaci immunoterapici.

“I risultati del nostro studio non fanno che confermare lo straordinario successo dei trial che hanno valutato gli inibitori di checkpoint nei pazienti con melanoma avanzato e dimostrano che il vantaggio di sopravvivenza si estende anche a quanti hanno metastasi cerebrali”.

Ha raccontato il ricercatore J. Bryan Iorgulescu. I farmaci immunoterapici hanno allungato la vita dei pazienti con melanoma metastatico all’ultimo stadio. E questa non è una novità. La notizia sta proprio nella capacità di questi prodotti di superare la barriera ematoencefalica, che protegge il cervello, e quindi di aggredire le metastasi cerebrali.

I farmaci a bersaglio molecolare, chiamati così proprio perché a differenza della chemioterapia, colpiscono le cellule in modo selettivo, sono costituiti da molecole biologiche di sintesi o anticorpi e bloccano i fattori di crescita, quindi le cellule tumorali.

Via | La Repubblica

  • shares
  • Mail