Piero Angela sui vaccini: "Quando non c'erano, c'erano i morti"

Anche Piero Angela interviene sulla questione dei vaccini, sottolineando che dobbiamo fidarci della scienza.

Piero Angela

Piero Angela, famoso e amato divulgatore scientifico televisivo, padre di Alberto Angela, che ha seguito le sue orme, interviene sul tema dei vaccini. Un tema molto delicato dopo la decisione del ministro Grillo di rendere l'obbligo per l'iscrizione a scuola graduale e flessibile e dopo la proposta del M5S del Lazio di eliminare del tutto l'obbligo, introdurre gli esami pre vaccinali (che Roberto Burioni continua a sostenere che non esistono e non servono a niente) e a proporre la quarantena per i bambini vaccinati.

In un'intervista al Corriere della Sera, il divulgatore scientifico punta il dito contro chi si fida delle informazioni veicolate da persone che non hanno competenze in una materia così delicata come la medicina, sottolineando che dovremmo, invece, fidarci dei dati scientifici e di chi queste cose le ha studiate e le studia ogni giorno. Un messaggio mirato a chi continua a divulgare fake news e bufale screditando, invece, il lavoro di seri professionisti che tentano nel marasma di internet e dei social network di fare corretta informazione.

Piero Angela poi ricorda:

I vaccini hanno salvato e salvano milioni di persone. Quando non c’erano, c’erano i morti. Quando io ero piccolo se un compagno arrivava in ospedale con la difterite moriva con certezza, non c’era alcuna cura. Ho tanti ricordi di amici morti per queste malattie.

Il noto presentatore di programmi televisivi scientifici continua sottolineando che la protezione di gregge è fondamentale. E poi si rivolge al governo e al Ministro della Salute parlando così della proposta di un'autocertificazione per l'iscrizione a scuola:

L’autocertificazione? Un po’ come per le tasse. Se bastasse l’autocertificazione… Quello che ci deve far riflettere però è la poca fiducia dei cittadini nelle istituzioni, ma anche nella medicina.

Secondo lui la causa è da ritrovarsi nei diversi casi di malasanità, nell'abuso di farmaci e di questioni poco chiare legate ai gruppi farmaceutici. A chi cerca di porre rimedio su internet, Piero Angela ricorda:

Bisogna sempre seguire la strada del convincimento. Bisogna portare dati e spiegare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail